menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Bovolenta, finta cieca condannata ad un anno e dieci mesi per truffa

Il giudice ha accolto la consulenza del perito della Procura, ritenendo colpevole la 55enne. La donna avrebbe incassato oltre 140mila euro fingendosi non vedente "assoluta". Il suo difensore ricorrerà in appello

"Finta cieca" condannata ad un anno e due mesi (pena sospesa) e al pagamento di 600 euro di multa. Il giudice, come riportano i quotidiani locali, ha accolto la consulenza del perito della Procura, ritenendo colpevole la 55enne di Bovolenta, per cui il pubblico ministero Federica Baccaglini aveva chiesto un anno e dieci mesi.

"FINTA CIECA". La padovana, accusata di truffa ai danni dello Stato, avrebbe incassato oltre 140mila euro, tra pensione d'invalidità civile, accompagnatoria (che spetta solo al cieco assoluto) e pensione di inabilità al lavoro. Tuttavia, alcuni filmati l'avrebbero ripresa in scene di vita quotidiana in cui la donna sarebbe sembrata tutt'altro che inabile.

LE PERIZIE. L'avvocato della 55enne, Ernesto De Toni, avrebbe annunciato di voler ricorrere in appello. Secondo il consulente della difesa, infatti, la donna andrebbe ritenuta cieca assoluta. Non sarebbero dello stesso parere gli esperti incaricati dal pubblico ministero, che la riterrebbero invece una "ventesimina", evidenziando un residuo visivo di una diotria su venti. Non esisterebbero comunque certezze oggettive sulle condizioni della donna.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Cura della persona

Come fare una manicure semipermanente in casa senza l’uso della lampada

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento