Cronaca Piazzale Boschetti

Una frana in pieno centro storico Argine cede in piazzale Boschetti

Il crollo a 100 metri dalla Cappella degli Scrovegni, sotto i piedi di migliaia di passanti giornalieri. Amissi del Piovego: "Decenni di degrado, mancata manutenzione. E meno male che non si è costruito l'auditorium"

La frana immortalata dagli Amissi del Piovego

La piena del Bacchiglione? "Non è la causa diretta", e la responsabilità? "Innanzitutto in capo al Comune di Padova". Parla chiaro il presidente degli Amissi del Piovego, Maurizio Ulliana, in merito al clamoroso crollo di una porzione dell'argine che costeggia il canale in piazzale Boschetti. Qui, sulla riva sinistra, l'associazione ha segnalato e documentato la frana che salta all'occhio proprio perché avvenuta in pieno centro città, a circa 100 metri dalla Cappella degli Scrovegni, sotto i piedi di migliaia di persone che passano ogni giorno sul Lungargine del Gasometro Vecchio.

APPELLO AL COMUNE. "Lasciamo ai tecnici - dicono gli Amissi del Piovego - individuare le cause del fatto in corso di accadimento a piazzale Boschetti: erosione, sfiancamento, sifonamento, franamento. Rimane il fatto che, con urgenza, il Comune deve correre ai ripari, chiudendo l’accesso, isolando il tratto, riparando l’argine, d’intesa con gli uffici tecnici regionali del genio civile".

"ANNI DI DEGRADO". Il fenomeno, ben visibile anche dalle barche del Piovego, e parzialmente dai Giardini dell’Arena, secondo l'associazione non è stato causato dalla piena seguita al maltempo dei giorni scorsi. "Il tratto è protetto e isolato dai sostegni del Bassanello e di San Lazzaro", specifica Ulliana che punta il dito su "decenni di degrado, mancanza di sistematica manutenzione e scelte errate di cementificazione delle golene e le sommità arginali". "E meno male che non si è costruito l’Auditorium" ricorda il presidente.

LA SOLUZIONE? Quindi che si fa? "Abbassamento della sommità arginale a livello di Piovego - suggerisce l'associazione - ricostruendo l’habitat golenale, per ridurre la pressione del canale che percorre l’ansa, poi palificazione e dragaggio sistematico. Il cambio orografico permetterà anche di recuperare un paesaggio consono consentendo di realizzare la prosecuzione dei Giardini dell’Arena in sinistra Piovego, favorendo l’approdo naturale per la pratica ricreativa e sportiva della navigazione con barche a remi".

SUBITO I LAVORI. L'assessore Andrea Micalizzi informa che sono "prontamente iniziati i lavori di sistemazione lungo l'argine del Piovego dopo gli smottamenti delle scorse ore. Ottima l'intesa e la collaborazione con il genio civile, responsabile dei lavori. La regione Veneto, invece, è sempre in ritardo: finanzi da subito interventi di sistemazione e manutenzione degli argini - conclude l'assessore - non si può intervenire sempre in emergenza, serve programmazione".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Una frana in pieno centro storico Argine cede in piazzale Boschetti

PadovaOggi è in caricamento