Ladri scatenati: avvocati, commercialisti e notai nel mirino. Raffica di furti nella notte

Almeno sei colpi sono andati a segno la notte tra lunedì e martedì, tutti ai danni studi professionali in una palazzina davanti alla Fiera. Rubati contanti e orologi

(foto: archivio)

Pulsante di giorno, semi deserta di notte. É l'area scelta dai ladri per fare razzia ai civici 74 e 76 di via Tommaseo, dove sono riusciti a saccheggiare sei studi professionali rubando denaro e un paio di orologi.

Zona poco frequentata

I colpi risalgono alla notte tra lunedì e martedì. Per fare chiarezza sugli orari precisi è al lavoro la polizia, intervenuta alle 7 di martedì per il sopralluogo quando sono state scoperte le tracce delle sgradite visite. Il complesso sorge davanti alla Fiera e al tribunale, ospita anche una banca e un ristorante giapponese e durante il giorno, complice il viavai di universitari, pullula di vita. La notte invece è raro incontrare qualcuno, e i banditi dovevano saperlo bene.

I furti

Secondo quanto ricostruito dagli agenti si sono introdotti prima nel civico 74/b. Qui hanno razziato quattro studi di commercialisti e avvocati forzando una cassaforte che conteneva qualche centinaio di euro e dei valori bollati. Poi sono passati allo stabile confinante attraverso i garage sotterranei. Al civico 76/d hanno colpito negli uffici di due notai, arraffando 200 euro e due orologi di valore. Dai riscontri investigativi emerge che i ladri si sarebbero introdotti anche in altri studi, senza però trovare nulla da rubare.

Le indagini

Dopo gli accertamenti in loco con la squadra volante e la polizia scientifica sono in corso le analisi delle telecamere di zona. Si cerca di capire quanti banditi siano entrati in azione e se siano arrivati sul posto con un veicolo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Due anni di canone Telepass gratuito per chi risiede a Padova e provincia: l'iniziativa

  • Manifestazione #IoApro: l'elenco di bar e i ristoranti che aderiscono all'iniziativa

  • Andrea Pennacchi: «So taca na machina, ma respiro. Grazie a tutti i medici, sono in buonissime mani»

  • Famiglia si sbronza per "dimenticare" il parente morto: 17enne sviene, i genitori sfondano la porta del pronto soccorso per farlo curare

  • La pasticceria Le Sablon fa servizio al tavolo per #ioapro: prese le generalità a clienti e titolare

  • Solesino: primo comune italiano a dotarsi di un'Alfa Romeo Stelvio per la polizia locale

Torna su
PadovaOggi è in caricamento