La nuova grande distribuzione 4.0. nel convegno Mediolanum a Padova

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PadovaOggi

Le imprese della GDO si sono riunite a Padova su invito di Mediolanum, CBA e Blonde&Brains per discutere della trasformazione della grande distribuzione in 4.0, tema che rientra negli incentivi del Piano Industria 4.0 del Governo.

I RISULTATI.

Rifinanziamento Sabatini-ter con riserva 30% per investimenti in nuove tecnologie (art.7 - proposta di legge di bilancio 2018); iperammortamento (articolo 5, ibidem) e credito d'imposta su attività di formazione 4.0, ovvero sempre rientranti nell'ambito dell'utilizzo di nuove tecnologie (art.8 - ibidem), sono solo alcuni degli strumenti agevolativi studiati per incentivare le industrie a trasformarsi in 4.0 e per continuare a competere, innovando logistica e servizi. Innovazioni che per la grande distribuzione possono essere apportate tramite gamification, digital signage, click and collect e piattaforme social. Infatti, questi nuovi strumenti di marketing rientrano nel progetto denominato Piano Industria 4.0, approvato dal Governo italiano nell'ambito di una nuova fase di industrializzazione per incentivare il rinnovo dei beni strumentali di impresa e favorire l'utilizzo di nuove tecnologie.

L'EVENTO.

Questo è quanto emerso durante il convegno organizzato da Banca Mediolanum, CBA e Blonde&Brains svoltosi in piazzetta Bussolin a Padova, in cui si è parlato della trasformazione in industria 4.0 della GDO tramite gamification, digital signage, click and collect e piattaforme social per andare verso il retail del futuro e che ha visto protagonisti gli esponenti di importanti gruppi della grande distribuzione.

AGEVOLAZIONI ALLE IMPRESE.

Ilaria Antonella Belluco, avvocato di CBA, ha dichiarato: “Spesso le imprese non conoscono tutti gli incentivi a loro dedicati per sostenere la trasformazione in 4.0. Nel nuovo Piano Impresa 4.0, ad esempio, le previsioni agevolative sul credito di imposta si applicheranno anche ai costi del personale che ha sostenuto corsi di formazione con focus su almeno una tecnologia Industria 4.0, pattuiti attraverso accordi sindacali su tematiche come vendita, marketing, informatica, tecniche e tecnologie di produzione. In generale, investire in social e gamification permette alle PMI di usufruire di tutta la disciplina di vantaggio dedicata”.

NUOVE NECESSITÀ E NUOVE SOLUZIONI.

Dei vantaggi fiscali, tra cui l’iperammortamento, ha parlato anche il dottor Elio Andrea Palmitessa, tax advisor di CBA. Eleonora Albiero, founder di Blonde&Brains, ha commentato: “Nell’era dove le piattaforme digitali sono ormai a tecnologia mobile first e video first, dove gli ultimi dati mondiali certificano che lo share of web traffic su mobile phone ha una crescita annua del 30% movimentando il 50% di traffico totale, tenendo conto che solo in italia la comunicazione e la pubblicità online crea un indotto di 2,65 miliardi di euro con una crescita del 12% (dati dell’osservatorio politecnico di Milano) la GDO deve tenere ben presente l’evoluzione dei consumatori diventati ormai omnichannel. Lavoriamo sulla behavior addiction grazie a strumenti come la gamification che permettono di misurare concretamente gli obiettivi di busness aziendali, necessari per la fidelizzazione del cliente, per il recruiting e la formazione, o il digital signage con il face recognition (speciali monitor interattivi) che non possono più essere considerati il futuro, ma sono il presente su cui investire. Queste attività forniscono dei big data per la profilazione del customere migliorano le performance di vendita, ad esempio nei supermercati evoluti aumentano lo scontrino medio del 10/15% con una crescita del 25% delle categorie promosse. Cresce la necessità della vendita online per la GDO per reinvetrasi e rispendere al meglio alle esigenze del consumatore”.

Torna su
PadovaOggi è in caricamento