Rogo al palasport di Ponte di Brenta, perquisiti 7 minori di una baby gang

L'incendio, risalente al 4 luglio scorso, aveva provocato danni per 300mila euro. La polizia, a seguito di indagini, è giunta a individuare i responsabili: un gruppo multietnico di ragazzini. Sequestrati cellulari e computer

I danni provocati dall'incendio (fonte: parrocchiapontedibrenta.it)

I responsabili dell'incendio dello scorso 4 luglio al palasport "Luisari" di Ponte di Brenta a Padova hanno volti e nomi. Per la precisione 7, quanti sono i ragazzini appartenenti a una baby gang multietnica, già autori di vari episodi di vandalismo, e finiti del mirino delle indagini della polizia.

A LUGLIO: L'INCENDIO

incendio ponte di brenta1-2SEQUESTRATI CELLULARI E COMPUTER. La natura accidentale del rogo agli impianti sportivi - capace di provocare danni per 300mila euro - era stata scartata fin da subito. Gli agenti della squadra Mobile, su ordine del pm dei Minori di Venezia Rossella Salviati, alla luce dei gravi elementi di responsabilità raccolti, hanno effettuato sette perquisizioni domiciliari nei confronti degli appartenenti al gruppo, sequestrando cellulari e computer.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Festa del Salone, incontri, fiere, mercatini e sagre: gli eventi del weekend a Padova

  • Trova un rotolo di banconote per terra e lo consegna alla polizia locale: succede nell'Alta

  • Violento schianto contro un platano: conducente estratto dalle lamiere e trasportato in ospedale

  • Giallo ai piedi della Specola, due cadaveri in casa: sono due fratelli

  • Blocco del traffico, come funziona: il vademecum con tutte le informazioni utili

  • Giro d'Italia: la tappa del 22 maggio 2020 avrà l'arrivo a Monselice

Torna su
PadovaOggi è in caricamento