Celebrazione della Madonna del Noli, il sindaco Giordani : "Superiamo la paura"

Presente anche il vescovo Claudio Cipolla che ha pregato per Suor Lia delle cucine popolari

Superare la paura, e poi una preghiera per suor Lia delle cucine popolari, che sta attraversando un momento di difficoltà. Questi i temi sui quali si è espresso giovedì mattina il vescovo Claudio Cipolla, durante la cerimonia della Madonna dei Noli, in piazza Garibaldi a Padova. Accanto a lui, anche il sindaco Sergio Giordani. “Questo appuntamento per noi padovani non è una solamente una solenne cerimonia religiosa ma un momento per sottolineare l’unità e la coesione della nostra comunità”, ha detto il primo cittadino, “La Madonna dei Noli a Padova è protettrice di coloro che sono a servizio di tutti i cittadini e voglio quindi salutare la Cooperativa Radiotaxi - erede dei vetturini che più di 250 anni fa posero qui, nel cuore della città, questa statua - e i Vigili del Fuoco, simbolo di grande altruismo e impegno verso il prossimo, che con l’Amministrazione comunale hanno organizzato questa giornata di festa. Farei però un torto a non ricordare e ringraziare tutte le altre donne e uomini che si dedicano alla nostra città, dalle Forze dell’Ordine, alla Croce Verde e alla Croce Rossa fino ai volontari delle tante associazioni che operano per aiutare chi vive momenti difficili. A tutti un grande grazie. Una città per essere viva ha bisogno anche delle proprie tradizioni e di rinnovarne il valore fondante. Un valore etico fondante della nostra comunità è la condivisione, il lavorare ognuno vicino all’altro per un obiettivo comune, e questo deve tornare ad essere centrale. Gli egoismi, gli interessi personali, l’idea del successo subito e a tutti i costi, hanno troppo spesso il sopravvento in questa nostra società”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L’IMPEGNO.

“Non è seguendo queste sirene che costruiremo una comunità migliore”, continua Giordani, “In questi mesi da Sindaco e in quelli precedenti alla mia elezione ho fatto un viaggio nella città che mi ha colpito profondamente. È stato un viaggio che mi ha portato a conoscere realtà bellissime, come quelle delle società sportive dove i ragazzi imparano che cosa sono il rispetto e l’impegno per un obiettivo comune, senza badare a nazionalità e religione. Ma un viaggio che mi ha anche fatto toccare con mano quanti nostri concittadini abbiano problemi economici, di lavoro, di salute, e vivano spesso questa situazione con vergogna e umiliazione. Situazioni difficili e complesse da risolvere, che come Ammnistrazione stiamo affrontando. Padova ha per fortuna delle grandi risorse: l’opera spesso silenziosa di volontari e parroci della quale ringrazio nuovamente il Padre Vescovo Claudio, un tessuto economico ricco di energie e vitalità che fanno ben sperare per il futuro, un mondo scientifico e culturale che ruota attorno al nostro Ateneo e che stimola la nostra comunità a esplorare nuove strade. Non dobbiamo cedere all’egoismo e alle chiusure. Dobbiamo dire il nostro chiaro “no” a chi fomenta paure. La nostra città è sempre stata sinonimo di libertà e accoglienza e lo sarà anche in futuro. Dobbiamo tutti porci una domanda: quello che facciamo è un bene per la nostra comunità? Io sono convinto che siamo  e saremo in grado di dare una scossa a questa città, di ridarle quella fiducia e quell’orgoglio nelle proprie capacità che la crisi degli ultimi anni ha un po’ appannato. Lo faremo tutti insieme, cercando di non lasciare indietro nessuno. Auguro a tutti voi un Natale sereno e pieno di speranza”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Live - Nuovi contagi anche nel Padovano, Luca Zaia avverte: «C'è poco da scherzare»

  • Coronavirus, Zaia: «Siamo tornati da rischio basso a rischio elevato, lunedì inaspriamo le regole»

  • Coronavirus, Zaia: «Nuovi positivi e isolamenti, indicatori non buoni: siamo nella "fase limbo"»

  • Rovesci e forti temporali in arrivo in tutto il Veneto: "allerta gialla" della Protezione Civile

  • Dramma domenica mattina alle Terme: spara alla moglie e poi si uccide

  • Coronavirus, l'aggiornamento di giornata su contagi e ricoveri a Padova e in Veneto

Torna su
PadovaOggi è in caricamento