menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Maltempo, Pavanello (Anci Veneto): "Solidarietà ai comuni padovani colpiti, giusto chiedere lo stato di crisi"

La presidente dell'associazione nazionale dei comuni italiani: "No alla politica dello scaricabarile, ora serve che le istituzioni facciano squadra per fornire subito aiuto"

Massima solidarietà. Ad esprimerla è l'Associazione Nazionale dei Comuni Italiani, che si dice vicina ai sindaci ed ai Comuni colpiti dai forti nubifragi delle ultime 72 ore.

"Non dobbiamo essere lasciati soli"

E lo fa tramite Maria Rosa Pavanello, presidentessa dell'Anci: "L’ondata di maltempo che ha colpito il Veneto e in particolare Padova e provincia e la Riviera del Brenta ha messo in difficoltà famiglie ed amministrazioni, ed è a loro che l’Anci Veneto vuole esprimere solidarietà e ribadire che siamo al loro fianco ed a disposizione per qualsiasi tipo di supporto. I nubifragi richiedono interventi tempestivi per dare sollievo alle aree colpite per questo ringrazio volontari, protezione civile, forze dell’ordine e tutte quelle persone che hanno dato una mano in queste ore. Bene ha fatto il Presidente Zaia a chiedere immediatamente lo stato di crisi perché i violenti fenomeni atmosferici hanno fatto milioni di danni. Per i sindaci, una volta tamponata l’emergenza, inizia il difficile percorso per i lavori di manutenzione, che richiedono risorse e come abbiamo chiesto più volte anche la possibilità di compiere decisioni amministrative in modo veloce e tempestivo, il che significa poteri speciali che purtroppo non abbiamo. Siamo il livello di governo più vicino ai cittadini ed alle comunità ed è per questo che non dobbiamo essere lasciati soli.

"Mi auguro che il Governo sia tempestivo"

A tal proposito Maria Rosa Pavanello conclude con un appello: "La nostra preoccupazione è di infilarci nel tunnel della burocrazia che blocca le risorse che servono non solo ai sindaci, ma in primis ai cittadini che si vedono danneggiate coltivazioni, fabbriche, negozi e abitazioni. Mi auguro che il Governo sia tempestivo quanto la Regione nel stanziare i fondi e consiglio ai sindaci di fare fin da queste ore una ricognizione precisa dei danni per avere una stima più reale possibile anche se sono pienamente  consapevole delle difficoltà in cui ci troviamo a lavorare anche perché il mio Comune è uno di quelli colpiti. In situazioni come queste l’unica cosa da non fare è cedere alle polemiche e alla politica dello scaricabarile, ma noi amministratori dobbiamo rimboccarci le maniche e fare squadra per garantire risposte ed aiuti immediati ai cittadini. Per questo siamo a pronti a dare supporto alla Regione nella richiesta dello stato di crisi e dimostrarci ancora una volta un interlocutore serio ed affidabile”. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Cronaca

Il Sant'Antonio di Evyrein compare in centro

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento