menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Marianna Cendron

Marianna Cendron

Scomparsa di Marianna Cendron La 18enne avvistata ad Este

Il comune della Bassa Padovana torna ad essere teatro di ricerca per le indagini intorno alla sparizione della ragazza trevigiana, risalente a quattro mesi fa. Una residente l'avrebbe incrociata in zona stazione

È la trasmissione Rai "Chi l’ha visto?" a tornare sulle tracce della 18enne Marianna Cendron, scomparsa il 27 febbraio di quest'anno da Paese, nel trevigiano. Si cercano indizi a Este, nella Bassa Padovana, dove un'anonima testimone ha dichiarato, nel corso dell'ultima puntata del 3 luglio, di aver avvistato la ragazza nella zona della stazione ferroviaria del paese. Sulla vicenda incombe poi un nuovo particolare inquietante: pochi giorni fa infatti qualcuno ha lasciato un biglietto sul parabrezza dell’auto dei genitori, sul quale sono riportate alcuni caratteri, probabilmente riconducibili a una targa: PD 27885.

LA SCOMPARSA. Il 27 febbraio Marianna ha lavorato nel ristorante di Castelfranco Veneto, dove aveva trovato impiego una volta abbandonati gli studi all'istituto alberghiero, che pur frequentava con profitto. La 18enne ha rispettato il turno fino alle 18.30, da quel momento in poi di lei si è persa ogni traccia. Potrebbe aver utilizzato una bicicletta da donna bianca con un cestino sul manubrio, che non è mai stata ritrovata.

IL VIDEO: Il servizio di "Chi l'ha visto" andato in onda mercoledì 3 luglio

LE RICERCHE. Non è la prima volta che "Chi l'ha visto" - occupatosi ben 14 volte del caso Cendron - si muove su Este per le ricerche di Marianna. A fine maggio infatti la trasmissione aveva raccolto la testimonianza di Lella Pietrogrande, commerciante atestina che aveva assicurato di aver visto la bicicletta di Marianna dentro il canale Bisatto. I genitori però, giunti sul posto per verificare che si trattasse proprio della bici della figlia, avevano constatato l'infondatezza della segnalazione. Quello stesso giorno, al loro rientro a casa, hanno trovato il famoso biglietto sul parabrezza della loro auto, che potrebbe riferirsi, oltre che a una targa, anche a una data di nascita.

L'AVVISTAMENTO A ESTE. L'ultima svolta risale al 3 luglio, quando a "Chi l'ha visto" spunta una nuova testimone, un'anonima atestina che, dopo aver visto passare in televisione le immagini della 18enne, identifica il volto di Marianna con quello di una ragazza incrociata per strada poche ore prima nei dintorni della stazione ferroviaria. "Aveva i capelli lunghi - ha detto la testimone durante l'intervista - era caldo ma lei indossava una maglia a maniche lunghe, aveva delle tracolle. Lei si è girata verso di me perché l'ho fatta passare, era molto magra, non era truccata, sembrava una ragazzina di 16-17 anni, aveva il mento molto pronunciato  non sapevo niente di questa ragazza, non so dove sia andata, se verso la stazione o verso le corriere. Non mi sembrava una ragazza in difficoltà, non aveva una maglia sporca, ma una maglia bianca candida".

CHI È MARIANNA. 18 anni, corporatura esile, statura 1 metro e 60, occhi e capelli castani, Marianna - che ha origini bulgare - secondo quanto riferito dai familiari, sta attraversando un periodo di fragilità emotiva ed è molto dimagrita. Residente a Paese, nella provincia trevigiana, la ragazza dovrebbe avere con sé i documenti e un cellulare Samsung nero, che risulta spento. Al momento della scomparsa indossava un giubbotto bianco, leggings neri, un berretto di lana lilla e uno zaino celeste.
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento