rotate-mobile
Lunedì, 27 Maggio 2024
Cronaca Mestrino

Un bazar della droga a casa: a gestirlo mamma e figlio

I carabinieri della stazione di Mestrino ieri 27 giugno al termine di una serrata indagine hanno arrestato una donna di 42 anni e un ragazzo di 21. Nella perquisizione oltre ad hashish e marijuana, sono spuntati anche 150 grammi di cocaina

Mamma e figlio uniti da un grande progetto: fare soldi con lo spaccio di droga. Ieri, 27 giugno, il loro sogno è svanito miseramente quando a casa a Mestrino dove vivono hanno suonato al campanello i carabinieri. L'attività dell'Arma della locale stazione ha ottenuto i risultati sperati grazie ad un'intensa attività sul campo che ha consentito di raccogliere prove schiaccianti a loro carico. Quando i carabinieri hanno avuto il quadro completo, hanno proceduto ad una perquisizione domiciliare. Mamma e figlio, rispettivamente di 42 e 21 anni, alla vista del personale in divisa non hanno opposto alcuna resistenza.

Droga e denaro

La perquisizione ha consentito di recuperare e sequestrare 50 grammi di cocaina, tre grammi di marijuana, 20 grammi di hashish, due bilancini di precisione digitali e 1.830 euro in banconote di piccolo taglio che gli inquirenti considerano frutto di precedente attività illecita dell'ambito dello spaccio di sostanze stupefacenti. I due familiari sono stati accompagnati in caserma e arrestati in concorso per detenzione di sostanze stupefacenti a fini di spaccio. Dell'attività è stata messa al corrente l'autorità giudiziaria. La mamma è stata accompagnata alla casa circondariale Verona Montorio, mentre per il figlio si è deciso per la misura degli arresti domiciliari in attesa della convalida dell'arresto. 

Indagini

Si è arrivati alla coppia dello spaccio dopo mesi di indagini serrate tra possibili assuntori dei due residenti di Mestrino, tra l'altro già noti alla giustizia per reati specifici. Più assuntori fermati con modiche quantità di sostanze stupefacenti avrebbero fatto il loro nome riferendo di aver acquistato proprio da mamma e figlio. Dopo aver incrociato più elementi, si è deciso di intervenire con la perquisizione. I carabinieri della stazione di Mestrino, sotto la supervisione della Compagnia di Padova sono convinti di aver inferto un duro colpo al mercato dello spaccio in tutta la zona nord della cintura padovana. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Un bazar della droga a casa: a gestirlo mamma e figlio

PadovaOggi è in caricamento