Cronaca Monselice

Scacco matto alla baby gang di Conselve: due arresti e altrettanti denunciati

Ieri i carabinieri, a seguito di una rapina avvenuta a Monselice ai danni un paio di minorenni, hanno rintracciato i presunti responsabili e i fiancheggiatori. Recuperata anche la refurtiva

Baby gang stroncata dai carabinieri, due giovanissimi finiscono in regime di domiciliari. L'operazione è stata messa a segno ieri, 5 aprile, dai carabinieri della Compagnia di Abano. Tutto è nato da una rapina avvenuta a Monselice nei confronti di due minorenni. La tempestiva attività investigativa dell'Arma ha consentito di rintracciare i colpevoli e i fiancheggiatori.

Cosa è successo

I carabinieri della stazione di Conselve hanno arrestato per rapina in concorso due sedicenni, un italiano e un marocchino, quest’ultimo trovato anche in possesso di un coltello utilizzato per intimidire le vittime, ritenuti responsabili di aver poco prima rapinato due coetanei asportando loro alcune decine di euro. Nell’occasione sono stati inoltre identificati e denunciati altri due minori che avrebbero aiutato gli indagati nelle fasi dell’aggressione a scopo di rapina, fungendo da palo. Tutti i coinvolti nella vicenda sono residenti a Conselve. A seguito della segnalazione dell’accaduto al 112 da parte delle vittime, la pattuglia immediatamente arrivata sul luogo della segnalazione, ha rintracciato i quattro nelle vie adiacenti, trovando in loro possesso la somma di denaro ed alcuni effetti personali sottratti alle vittime. I due arrestati sono stati accompagnati a casa in regime di arresti domiciliari, mentre gli altri due denunciati sono stati affidati ai genitori. La refurtiva è stata restituita alle vittime.

Campagna di prevenzione

Continua al riguardo la campagna di educazione alla legalità che l’Arma sta svolgendo nelle scuole medie, inferiori e superiori, della provincia, le cui prossime tappe saranno gli istituti scolastici frequentati dai protagonisti di questa vicenda, in uno dei quali peraltro già recentemente è stato tenuto un incontro. Nel corso degli appuntamenti vengono spiegati agli adolescenti i rischi connessi all’adozione di comportamenti devianti e le gravi conseguenze che ne derivano oltre ai sempre attuali fenomeni del bullismo e cyberbullismo che spesso pongono di fronte alle proprie responsabilità ragazzi sedotti e trascinati dal “branco” a commettere azioni delittuose con i relativi risvolti penali.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scacco matto alla baby gang di Conselve: due arresti e altrettanti denunciati
PadovaOggi è in caricamento