menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
(foto: archivio)

(foto: archivio)

Auto in fiamme lungo la strada: all'interno un cadavere carbonizzato

Drammatico rinvenimento domenica sera nel Rodigino, si propende per un gesto estremo. L'auto apparterrebbe a un anziano padovano scomparso da casa poche ore prima

Saranno necessari gli esami autoptici per confermare l'identità del corpo recuperato dentro la Fiat Panda andata a fuoco vicino alla statale Romea. A segnalare il veicolo avvolto dalle fiamme sono stati alcuni passanti.

L'incendio

Il rogo lungo la ss309 era ben visibile dalla strada, complice il buio delle 20.30, e ha attirato l'attenzione di diverse persone che hanno dato l'allarme. I pompieri e i carabinieri si sono precipitati al chilometro 460, nel comune di Ariano nel Polesine, rinvenendo l'auto in fiamme in un terreno privato. Quando sono riusciti a estinguere l'incendio, la macabra scoperta: nell'abitacolo giacevano i resti di un corpo umano, straziati dalla combustione.

Il recupero del corpo

Immediata l'attivazione dei colleghi del Nucleo investigativo di Rovigo e della compagnia di Adria, che hanno informato la procura e avviato le operazioni di recupero del cadavere e, al contempo, le indagini. Impossibile in un primo momento stabilire l'identità della salma, che sarà sottoposta a ulteriori accertamenti medici.

La tesi del gesto estremo

I primi riscontri sulla carcassa della Panda hanno permesso di scoprire che apparteneva a un anziano residente nel Piovese, la cui moglie ne avrebbe denunciato l'allontanamento qualche ora prima. É troppo presto per avere la certezza che il corpo appartenga all'uomo, ma le indagini sarebbero orientate in questo senso. Si tratterebbe infatti di un suicidio.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento