rotate-mobile
Mercoledì, 1 Febbraio 2023
Cronaca

Questura: «Dieci irregolari espulsi in altrettanti giorni»

Prosegue l'attività di prevenzione al crimine da parte della Polizia. Passati al setaccio tutti gli obiettivi sensibili del territorio. Le persone non in regola con i documenti, inviate ai centri di permanenza per i rimpatri

Continua in maniera intensa l’attività dell’ufficio Immigrazione finalizzata alla prevenzione dei reati, commessi anche da persone in condizione di irregolarità. Negli ultimi 10 giorni, a cavallo tra l'11 e il 21 dicembre, sono stati adottati dall’ufficio Immigrazione 7 provvedimenti di espulsione eseguiti con trattenimento presso i vari C.P.R. (Centri di permanenza per i rimpatri) dislocati sul territorio nazionale, 2 provvedimenti di espulsione eseguiti con ordine di allontanamento dal territorio nazionale entro 7 giorni e una espulsione eseguita con concessione del termine della partenza volontaria.

L'attività

Due di questi sono stati rintracciati nel corso della notte del 19 dicembre, nell’ambito dei servizi di controllo effettuati dalle Volanti nei casolari abbandonati finalizzati a verificarne l’eventuale uso da parte di sbandati e senzatetto ed accertare lo stato di deterioramento ed abbandono in cui versano. Si tratta di due cittadini tunisini, di 27 e 34 anni, trovati all’interno di uno stabile in Via Pelosa, con precedenti in materia di stupefacenti e reati contro la persona e il patrimonio. Privi di documenti, i due nordafricani sono stati accompagnati in Questura per le procedure di identificazione e denunciati per invasione di terreni. Dopo averne verificato la loro posizione irregolare sul territorio nazionale, nei loro confronti è stato emesso un provvedimento di espulsione con accompagnamento presso il C.P.R. di Torino. Altri due cittadini sono stati rintracciati all’interno di un casolare abbandonato in via SS. Fabiano e Sebastiano dai poliziotti di quartiere: si tratta di due tunisini di 18 e 25 anni che, privi di documenti, sono stati accompagnati in Questura per le procedure di identificazione. Il venticinquenne, con precedenti in materia di sostanze stupefacenti, è stato denunciato per invasione di terreni e per aver declinato false generalità e la sua posizione sul territorio nazionale è ora al vaglio dell’ufficio Immigrazione. Nei confronti del diciottenne, oltre alla denuncia per invasione di terreni, è stato emesso un provvedimento di espulsione con ordine di lasciare il territorio nazionale entro 7 giorni. Un cittadino albanese di 36 anni si è presentato all’ufficio Immigrazione per regolarizzare la propria posizione sul territorio nazionale. Tuttavia, considerati i numerosi precedenti penali in materia di stupefacenti, reati contro la persona e patrimonio e porto abusivo di armi, per i quali ha già avuto una condanna di 6 anni e 6 mesi, accertata la sua posizione irregolare sul territorio nazionale, nei suoi confronti è stato emesso un provvedimento di espulsione con accompagnamento al C.P.R. di Milano.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Questura: «Dieci irregolari espulsi in altrettanti giorni»

PadovaOggi è in caricamento