Cronaca Piove di Sacco

Botte e minacce alla convivente: scatta l'allontanamento dalla casa familiare

Il 23 marzo i carabinieri della stazione di Piove di Sacco hanno notificato il provvedimento ad un trentenne marocchino che da un anno e mezzo viveva sotto lo stesso tetto di una quarantenne padovana

Si moltiplicano in maniera sempre più preoccupante i casi di maltrattamenti in famiglia. Contestualmente le forze dell'ordine stanno lavorando senza sosta con l'obiettivo primario di tutelare e proteggere le persone più fragili della società. In questo contesto il 23 marzo i carabinieri della stazione di Piove di Sacco hanno eseguito un’ordinanza di allontanamento dalla casa familiare e divieto di avvicinamento alla persona offesa a carico di un cittadino marocchino 30enne domiciliato a Piove di Sacco. 

Carabinieri Piove di Sacco-6

Cosa è successo

L’uomo è stato colpito dal provvedimento a seguito della denuncia da parte della compagna, una 40enne italiana residente in paese, che ha segnalato ai militari nei giorni scorsi di subire, già da diversi mesi, maltrattamenti e violenze da parte del compagno. Durante il periodo di convivenza, iniziato nel settembre del 2023, la donna è stata più volte minacciata e recentemente anche malmenata con schiaffi e pugni, finché il febbraio scorso ha trovato il coraggio di rivolgersi ai carabinieri della stazione di Piove di Sacco che hanno provveduto a raccogliere le sue dichiarazioni, a metterla in contatto con servizi sociali e centri anti violenza e ad informare la Procura della Repubblica di Padova che, accogliendo il quadro indiziario presentato, ha emesso nei confronti dell’uomo il provvedimento di allontanamento e divieto di avvicinamento con l’obbligo di tenere una distanza di almeno 500 metri, oltreché al divieto di dimora nel comune di Piove di Sacco, per tutelare la vittima ed impedire il verificarsi di ulteriori, preoccupanti episodi di violenza.   

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Botte e minacce alla convivente: scatta l'allontanamento dalla casa familiare
PadovaOggi è in caricamento