menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Progetto "Wanted" a Padova: la polizia rintraccia sette stranieri ricercati da tempo

Sette le misure cautelari o di carcerazione eseguite dal 15 giugno al 26 luglio, nell'ambito di un'operazione coordinata dal Servizio centrale operativo (Sco)

"Wanted" è il nome dell'operazione condotta dal 15 giugno al 26 luglio e coordinata dal Servizio centrale operativo (Sco) della polizia di Stato, che ha visto coinvolta anche la Squadra mobile di Padova, allo scopo di ricercare latitanti di tipo comune sul territorio nazionale. Sette le misure cautelari o di carcerazione eseguite dai poliziotti euganei.

MANDATO EUROPEO. Su Mandato di arresto europeo (Mae) emesso dal Belgio, sono stati intercettati a Padova due nigeriani, marito e moglie, lui 32enne, lei 28enne, accusati del reato di riduzione in schiavitù. Per entrambi, in quanto divenuti nel frattempo genitori di un bimbo piccolo, anziché l'arresto, è scattato l'obbligo di firma in questura.

RAPINE, DROGA, RESISTENZA. In carcere per la violenta rapina dello scorso febbraio alla Antonveneta di via Savona a Padova è finito anche un 29enne catanese, complice di un altro giovane, sempre residente nello stesso quartiere di San Cristoforo, che era già stato arrestato a inizio luglio. Al Due Palazzi, sempre per rapina, commessa nel 2010 a Brugine, è finito un 39enne marocchino senza fissa dimora. Dovrà invece scontare dietro le sbarre un anno e due mesi un 32enne nigeriano, spacciatore a Pontevigodarzere. Infine due tunisini: un 34enne dovrà trascorrere un anno in carcere per spaccio e resistenza a pubblico ufficiale, e un 19enne per resistenza a pubblico ufficiale.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Superenalotto: vincite a Noventa Padovana e a Este

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento