Mercoledì, 27 Ottobre 2021
Cronaca Piove di Sacco

Rapine in casa liberi professionisti padovani: blitz di arresti a Piove

In carcere un gruppo criminale organizzato, composto da 8 italiani ed extracomunitari, che avrebbe messo a segno decine di furti e rapine ed aveva già pianificato nuovi colpi in casa soprattutto a Padova

Un duro colpo alla criminalità organizzata è stato inferto dai carabinieri di Padova che, dalle prime luci dell'alba di martedì, hanno eseguito una serie di provvedimenti di custodia cautelare in carcere nei confronti dei componenti di una banda accusata di furti e rapine messi a segno negli ultimi mesi in Veneto.

LIBERI PROFESSIONISTI NEL MIRINO. Gli appartenenti sono italiani ed extracomunitari. Decine i colpi già realizzati che gli sono contestati. Dalle indagini è inoltre emerso che il gruppo criminale aveva già pianificato nuove rapine in casa ai danni di liberi professionisti, soprattutto nella zona Padova. Nel corso del blitz sono state sequestrate armi ed esplosivi. Le indagini sono iniziate a fine novembre 2013 con il sequestro di una “Santa Barbara” e l’arresto di un'intera famiglia del Piovese.

VIDEO: Le operazioni dei carabinieri e il recupero della refurtiva

L'ARSENALE. Risale infatti ai mesi scorsi il rinvenimento di esplosivo e armi nel garage al piano terra di un condominio popolare nel quartiere di Sant'Anna a Piove di Sacco. I carabinieri avevano arrestato tre persone, il padre 63enne e i due figli di 39 e 23 anni tutti incensurati, che un tempo gestivano un laboratorio che produceva veleno per topi.

Banda ladri rapinatori Piovese: refurtiva e armi

GLI INTERROGATORI. Solo il maggiore dei due figli, interrogato a dicembre dagli inquirenti, avrebbe rilasciato dichiarazioni, motivando il possesso dell'armamentario di fabbricazione artigianale con la sua passione per le armi, in sostanza un hobby. La Procura aveva dato incarico per una consulenza al fine di verificare la funzionalità delle armi e smontare, in caso, la tesi difensiva del 39enne del mero hobby.

GLI ARRESTI. A fine dicembre, i carabinieri dell'arma arrestano un commerciante 28enne, a sua volta in possesso di materiale esplosivo. Indagando sugli utilizzatori finali del materiale sequestrato, inizia uno stretto monitoraggio dei sospetti, in particolare dei bar del Piovese da questi ultimi frequentati e dove vengono di fatto organizzati i colpi. A metà marzo l'arresto per ricettazione in concorso di un 39enne di Piove e di un 22enne di Arzergrande, trovati in possesso di auto risultate rubate e svariata refurtiva. Il cerchio si chiude con l'emissione delle ordinanze di custodia cautelare in carcere nei confronti di due albanesi, attualmente ricercati, e di altri due padovani di Piove di 65 e 35 anni.

I COLPI. I furti contestati sono 11 (10 in abitazione e uno a una ditta), commessi tra metà dicembre e febbraio: 8 in provincia di Padova tra Piove ed Agna, 2 a San Bellino nel Rodigino, uno a Fossò, nel Veneziano. Nel bottino sono finiti armi, monili in oro, soldi, oggetti da collezione, bancomat, orologi per un valore di 70mila euro circa. Tre i reati di ricettazione inoltre contestati tra gennaio e marzo per il possesso di cinque auto di provenienza illecita, tra cui una Volkswagen Passat, un'Alfa Romeo 159, un'Alfa Romeo Giulietta, le chiavi di una Porsche 911 e di una Toyota Taris per un valore di 110mila euro. Al gruppo criminale viene inoltre contestata una rapina in abitazione dello scorso febbraio a Casalserugo, quando il proprietario venne aggredito e minacciato con un cacciavite.

GLI OBIETTIVI PIANIFICATI. La banda, secondo quanto appurato dagli inquirenti grazie alle intercettazioni, era pronta ad alzare il tiro. Nello specifico, se non fossero intervenuti prima i carabinieri ad arrestarli, avrebbero messo in atto una rapina nell'abitazione di un rappresentante orafo di Padova, di un noto ristoratore cinese a Piove e di un anziano orafo di Fossò. Ulteriori perquisizioni nelle abitazioni di altri fiancheggiatori della banda hanno consentito ai militari dell'arma di recuperare circa 30 chilogrammi di argento.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rapine in casa liberi professionisti padovani: blitz di arresti a Piove

PadovaOggi è in caricamento