rotate-mobile
Cronaca Piazze / Piazza delle Erbe, 19

Scontri a Padova, Giordani e Lorenzoni: "Condanniamo ogni forma di violenza"

Il sindaco e il suo vice sono intervenuti dopo le scene di guerriglie urbane lunedì sera in piazza delle Erbe: "Non vanno strumentalizzati gli episodi, la città deve restare aperta"

Dovevano essere due manifestazioni statiche, ho chiesto un incontro urgente con il Questore per capire quanto è successo”. A parlare è il sindaco di Padova Sergio Giordani, che è entrato sulla questione degli incidenti scoppiati lunedì sera in piazza delle Erbe durante le manifestazioni sullo Ius soli.

NO A STRUMENTALIZZAZIONI. “Dovevano essere due manifestazioni statiche, che non si muovevano dai presidi, in una città civile come deve essere Padova questa cose non possono accadere. Ho telefonato al questore, domandandogli un incontro a breve”. Insieme al primo cittadino anche il suo vice Arturo Lorenzoni che ha invitato parlato anche della presenza di alcuni consiglieri alla manifestazione: “In questo momento è importante non strumentalizzare quanto accaduto- spiega il vice-sindaco- è vero che alla manifestazione erano presenti anche alcuni consiglieri comunali, ma in quella pacifica e autorizzata in piazza Insurrezione. Tutte le cautele che l’amministrazione poteva prendere sono state messe in atto. Condanniamo ogni forma di violenza, la città deve rimanere aperta, lontana da messaggi di odio e chiusura”.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scontri a Padova, Giordani e Lorenzoni: "Condanniamo ogni forma di violenza"

PadovaOggi è in caricamento