rotate-mobile
Cronaca

Viaggio aereo da incubo vicino ad un oversize, fa causa alla compagnia: nessun risarcimento

Per il giudice di pace:"Il mero disagio o fastidio non costituisce un danno risarcibile" pertanto la richiesta di risarcimento danni avanzata da un noto legale padovano è stata rifiutata. Ma non è tutto, l'avvocato è stato condannato pagare le spese legali sostenute dalla compagnia

Il 2 luglio scorso si era imbarcato a Venezia per raggiungere Città del Capo via Dubai. Un viaggio di nove ore nel quale ha come vicino di poltrona un oversize che ha reso "vita dura" durante tutta la tratta. La vicenda è finita in tribunale dopo che il passeggero, un noto avvocato padovano, ha avanzato una richiesta di risarcimento danni alla compagnia aerea chiedendo il rimborso del biglietto (759,51 euro) e danni morali per 2mila euro.

DISAGIO O FASTIDIO. Come riportano i quotidiani locali, il giudice di pace di Padova ha bocciato la richiesta e ha inoltre condannato l'avvocato padovano a pagare le spese legali sostenute dalla compagnia aerea. "Il mero disagio o fastidio non costituisce un danno risarcibile" avrebbe dunque affermato il giudice. Parole che avrebbe poi spinto l'avvocato a proporre l'appello.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Viaggio aereo da incubo vicino ad un oversize, fa causa alla compagnia: nessun risarcimento

PadovaOggi è in caricamento