rotate-mobile
Economia

«Bisogna tagliare l'Iva anche sui beni di largo consumo»: la richiesta di Bertin (Ascom)

«Se vogliamo realmente dare una mano alle famiglie e con esse, per ricaduta, alle imprese, pane e pasta sono ben poca cosa visto che incidono in maniera piuttosto marginale sul carrello della spesa»

«Un mercato interno in calo ha bisogno di risposte concrete e l’azzeramento dell’Iva potrebbe senz’altro essere una di queste»: Patrizio Bertin, presidente dell’Ascom Confcommercio, ne è convinto. Anzi: ne è talmente convinto che ritiene che non di soli pane e pasta il governo debba ragionare ma anche di altro.

Iva

Aggiunge Bertin: «Se vogliamo realmente dare una mano alle famiglie e, con esse, per ricaduta, alle imprese pane e pasta sono ben poca cosa visto che incidono in maniera piuttosto marginale sul carrello della spesa. Diverso il discorso sui beni di largo consumo che non sono solo quelli alimentari per cui sarebbe opportuno inserire anche quelli, ad esempio, per la cura della casa e della persona, gravati da un'Iva al 22%». 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

«Bisogna tagliare l'Iva anche sui beni di largo consumo»: la richiesta di Bertin (Ascom)

PadovaOggi è in caricamento