rotate-mobile
ELEZIONI 2022

Doppi lavori in piazza Insurrezione, Vanda Pellizzari: «Altri soldi dei padovani buttati al vento»

La leghista denuncia l'anomalia dei parcheggi dedicati alle auto elettriche

Piazza Insurrezione, uno dei pochi parcheggi disponibili in centro a Padova, è ancora una volta agli onori di cronaca. A denunciarlo è la consigliera comunale e candidata per la Lega alle prossime elezioni, Vanda Pellizzari. «Qualche mese fa sono stati momentaneamente sottratti due posti auto che abitualmente sono disponibili per il Comune per la realizzazione di spazi dedicati alla ricarica delle auto elettriche con tanto di pavimentazione colorata di bianco – ha commentato Vanda Pellizzari – Nulla di strano se queste fossero state poi realmente utilizzate, il problema era dovuto dal fatto che le torrette di ricarica erano all’interno del parcheggio, quindi un cittadino per utilizzarle avrebbe dovuto avere il dispositivo elettronico per accedere all’interno del piazzale».

Lavori

La vera denuncia della consigliera arriva però da un fatto recentissimo che si è verificato dopo un secondo step di lavori. «Per diverso tempo quindi le postazioni sono rimaste inutilizzate e gli spazi che prima avevamo a disposizione non lo erano più – prosegue Pellizzari – .E poi che è successo? Che non solo sono stati ripristinati i sanpietrini ed il parcheggio è tornato disponibile, ma sono stati effettuati nuovi lavori per posizionare le torrette di ricarica all’esterno delle sbarre, quindi a disposizione di tutti. Ancora una volta ci sono in ballo i soldi dei padovani, buttati per una cattivissima organizzazione e pianificazione. Che senso ha avuto affidare i lavori per ben due volte? Non vogliamo più che si presentino situazioni di questo tipo, con Peghin Sindaco questo non accadrà mai più».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Doppi lavori in piazza Insurrezione, Vanda Pellizzari: «Altri soldi dei padovani buttati al vento»

PadovaOggi è in caricamento