rotate-mobile
ELEZIONI 2022

Peghin: «Con me riduzione Irpef e tassa di soggiorno ad un euro»

Il candidato sindaco del centrodestra si gioca l'ultimo jolly della campagna elettorale

«Voglio rimodulare l'addizionale Irpef con 3 milioni di euro a vantaggio dei ceti medi e di chi si trova in difficoltà. Intendo ridurre la tassa di soggiorno a un euro per attrarre più turisti. Serve semplificare gli adempimenti amministrativi per correre più veloci». Il candidato del centrodestra Francesco Peghin si gioca la carta delle tasse.

Carico fiscale

«Voglio un'amministrazione che sia protagonista, che ci metta la faccia, che governi assumendosi l'onere delle scelte e non subendole - propone Peghin - .Il carico fiscale del Comune sui padovani è oggi tra i più alti in Italia. Occorre attuare immediatamente una politica di progressiva diminuzione della tassazione tagliando gli sprechi e le spese inutili, e penso in particolare alle troppe risorse investite negli ultimi cinque anni in comunicazione istituzionale sulla pelle dei cittadini. Da subito, quindi, adotterrò i provvedimenti che occorrono per ridurre la pressione fiscale».

Irpef

Così Francesco Peghin anticipa la volontà di tagliare in alcuni casi e rimodulare in altri l'addizionale comunale Irpef. Spetta, infatti, ad ogni singolo comune istituire questa tassa, stabilire l’aliquota, fissare la soglia di esenzione. «Nel dettaglio, ci sarà esenzione totale per chi ha un reddito di 15mila euro, un'aliquota dello 0,6 per chi ha un reddito fino a 28mila euro, un'aliquota dello 0,65 fino a 55mila euro e un'aliquota dello 0,7 sopra i 55mila euro - spiega il candidato del centrodestra - .Il costo dell'operazione sarà di circa 3 milioni di euro a vantaggio dei ceti medi e di chi si trova in difficoltà a causa della pandemia e dell'incremento dei prezzi di materie prime e beni di prima necessità. La copertura di spesa sarà data da una gestione più rigorosa degli assessorati e dal risparmio che si avrà eliminando tutti i contributi a pioggia che sono stati elargiti in questi cinque anni di governo della sinistra»

Tari

Per Peghin, in un più ampio piano di riduzione del carico fiscale, si dovranno anche prevedere agevolazioni in merito alla Tari sia per i commercianti che per i cittadini in precaria situazione economica. Infine,  Francesco Peghin promette di adottare il progetto 'tutto a un euro' che prevede appunto la riduzione della tassa a un solo euro per le realtà ricettive così da incentivare la presenza dei turisti: «Investire nel turismo, straordinario volano per commercio, artigianato ed enogastronomia, vuol dire far ripartire l'economia a Padova e per questo tagliare la tassa di soggiorno significa avere costi più contenuti per chi gestisce l' ospitalità e prezzi più attrattivi per i clienti». 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Peghin: «Con me riduzione Irpef e tassa di soggiorno ad un euro»

PadovaOggi è in caricamento