Politica

Sterco equino all'ingresso della sede del Parco Colli: i Centopercentoanimalisti attaccano il "cacciatore" Masin

Gli attivisti inoltre hanno affisso anche dei manifesti, con espliciti attacchi ai cacciatori: un chiaro riferimento al neo Presidente dell'ente, Riccardo Masin

Nel tardo pomeriggio di martedì 25 maggio, Militanti di Centopercentoanimalisti si sono recati presso la sede dell’ente Parco dei colli Euganei a Este ed hanno versato 10 Kg di sterco equino davanti all’entrata. Gli attivisti inoltre hanno affisso manifesti con messaggi espliciti contro i cacciatori, con un chiaro riferimento al neo Presidente dell'ente, Riccardo Masin, che è noto a tutti avere la passione della caccia. Per i Centopercentoanimalisti, come recita uno dei manfesti affissi durante il blitz, «La nostra lotta è ufficialmente iniziata». 

Attacco

«Il Parco - fanno sapere con una nota i Centopercentoanimalisti - è tutt’altro che un paradiso naturale: le gestioni precedenti (contro le quali siamo spesso intervenuti) hanno permesso speculazioni edilizie, fabbriche, cave, caccia etc. Ora la nomina di Riccardo Masin a presidente rasenta l’assurdo. Prima di tutto perché è presidente anche di Federcaccia, e lui stesso appassionato cacciatore. Chi non vede incompatibilità totale già in questo, è cieco. Lui è da sempre favorevole allo sterminio dei Cinghiali (introdotti in zona dai cacciatori) e di altri Animali “in esubero”. Nell’anno 2017 ha cercato di sottrarre buona parte del territorio comunale al Parco e la sua visione, dichiarata da lui stesso, è trasformare il Parco in un’area redditizia, favorendo tutte le attività che portano lucro, alla faccia della salvaguardia dell’ambiente».

Schermata 2021-05-26 alle 00.15.18-2

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sterco equino all'ingresso della sede del Parco Colli: i Centopercentoanimalisti attaccano il "cacciatore" Masin

PadovaOggi è in caricamento