LeAli volley project vince contro il Martignacco

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PadovaOggi

LeAli Padova volley project espugna il palazzetto di Martignacco in meno di un'ora e un quarto e ritrova i tre punti grazie a una gran partita giocata al massimo, sfruttando la superiorità del muro e la maggior varietà di colpi dell'attacco.

Starting six patavino: Secco, Caneva, Cheli, Marangoni, Crepaldi, Moro e D'Ambros. Le locali partono forte, buone battute da entrambe le parti, ma è Udine a trovare il guizzo per l'8-6; il muro padovano tocca ogni pallone complicando la vita all'attacco delle friulane e c'è il sorpasso 10-12. Due attacchi out per le locali e Cuttini chiama a raccolta la squadra ma Caneva mette a segno due muroni consecutivi e si va al fischio di sirena con Padova in vantaggio 12-16. LeAli accelera e spicca il volo 15-21, due marcature di Cheli e battuta in rete di De Stefano, poi ci pensa Caneva a chiudere il parziale 18-25.
Il secondo set si apre con vari errori da entrambe le parti, si gioca punto a punto con Udine avanti 8-7 al t.o.t., sul 14-12 gran muro di Gray su pipe di De Bortoli poi Crepaldi e fallo al palleggio per le ospiti che sono sotto 16-13. Le fenicottere non mollano: è da applausi l'azione che vale il pareggio 18-18, Caneva e poi Crepaldi per il sorpasso a cui segue la doppia di Giora per il 19-21. Cuttini ferma il gioco ma è ancora Caneva ad andare a segno, top scorer con 17 punti; magia di Marangoni e lungolinea di Crepaldi si va sul 21-24. Martignacco annulla due palle set, poi Caravello spara in rete l'attacco e volley project la spunta 23-25.
Nel terzo set Martignacco parte con il piede sul gas, ma viene ripreso e superato 3-4. Le battute di Caneva mandano in difficoltà la ricezione delle udinesi e stavolta è Padova ad essere davanti al time out tecnico 6-8, allungando 7-12. Le cinque lunghezze di vantaggio al secondo fischio di sirena diventano sei sul 15-21. Il missile di Secco è imprendibile e vale il 17-23, fallo in palleggio di Manig, Quarchioni mura De Bortoli e annulla il primo match ball; Amaducci chiama tempo e al rientro in campo De Bortoli chiude il set 18-25 e LeAli Volley Project porta a casa la partita per 0-3.

L'allenatore Lorenzo Amaducci è soddisfatto per la vittoria ritrovata: "Serviva un segnale forte dopo le due sconfitte e stasera è arrivato. Abbiamo messo in campo una bella prestazione, una prova convincete dimostrando che, se siamo determinate a portare avanti il nostro gioco, possiamo fare male. Ottima la prova del muro, abbiamo toccato moltissimi palloni, arginando i loro punti di forza. Martignacco ha battuto molto bene, ma nel corso della gara è calata in ricezione e di questo abbiamo saputo approfittare. Abbiamo ritrovato i tre punti, che ci servono per rimanere in scia al trio di testa, sapendo che sabato ci attende un'altra trasferta impegnativa a Cerea". Prossimo turno ancora in trasferta, sabato 27 febbraio alle 21 sul difficile campo dell'Isuzu Cerea, nella partita valida per la quarta giornata di ritorno del campionato di serie B1 femminile, girone B.

Campionato nazionale serie B1 Femminile, girone B - 16^ giornata: domenica 21 febbraio, ore 18, Palazzetto dello sport di Martignacco.

Itas Cittafiera Martignacco - LeAli Padova v. project 0-3

Parziali: 18-25 (23'), 23-25 (27'), 18-25 (24')
Itas CittàFiera Martignacco: Giora (3), Di Bonifacio (ne) Mignano (L) (ne), Manig (), De Stefano (1) Groppo (ne), Brusegan (2), Colonnello, Caravello (K) (9), Gogna (12), Gray (10), Dian (L), Zonta (2), Quarchioni (6). 1° All. Jacopo Cuttini, 2° All. Andrea Cumini.
LeAli Padova Volley Project: Angelini (ne), Marangoni (2), Avenia (ne), Donato (ne), Crepaldi (11), Lunardi (ne), De Bortoli (11), Cheli (5), Secco (K) (10), D'Ambros (L), Caneva (17). 1° All. Lorenzo Amaducci, 2° All. Stefano Marconi.
Arbitri: Ruggero Lorenzin e Valentina Tassini.

Torna su
PadovaOggi è in caricamento