LeAli Volley Project dà lustro alla pallavolo padovana

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PadovaOggi

Chiuso il girone d’andata del campionato nazionale di serie B1 femminile è tempo di bilanci per LeAli Padova Volley Project. 
A tirare le somme è il Presidente Alfredo D’Amore che esprime soddisfazione a nome di tutta la società per quanto fatto vedere finora. A spiccare maggiormente è la posizione in classifica che vede LeAli Padova Volley Project in zona play off, a un solo set dal secondo posto assoluto e a tre punti dalla capolista Millenium Brescia. 
“Sicuramente il risultato è al di sopra delle nostre aspettative di inizio stagione. Abbiamo allestito una buona squadra, con molte atlete giovani che però hanno già saputo dimostrare il proprio valore. Il livello del campionato è molto alto, basti vedere quanto è corta la classifica, con sette squadre, oltre a Brescia, in lotta per i play off, raggruppate in soli sette punti. E noi finora siamo stati in grado di giocarcela con tutti, vincendo 10 partite e perdendone tre, di cui una con la capolista e una al tie break con Don Colleoni che ha i nostri stessi punti”.
Risultati che sono frutto di un lavoro continuo e meticoloso, a dimostrarlo sono i numeri: LeAli Padova Volley Project è la squadra con il maggior numero di muri punto nel girone B, ben 140 quelli messi a segno nelle prime 13 partite; anche la ricezione è un fondamentale importante e la squadra padovana è prima sia per positività, 57, che per efficienza, valore al 50%, con il minor numero di ace subiti. Da non sottovalutare nemmeno la battuta, con 99 ace realizzati
L’entusiasmo fa bene all’ambiente, ma gli obiettivi non cambiano: “Vogliamo divertirci e soprattutto far divertire il pubblico - sottolinea D’Amore -  Dobbiamo scendere in campo ogni weekend senza nessun tipo di ansia, rispettiamo profondamente le nostre avversarie ma possiamo vedercela alla pari con tutte. Puntiamo a salvarci il prima possibile per poi poter portare avanti il nostro progetto tecnico, che mira a portare il nome di Padova, città che noi rappresentiamo con orgoglio, sempre più in alto a livello nazionale nel corso dei prossimi anni”. 
La formazione di serie B1 è la punta dell’iceberg LeAli Padova Volley Project, che schiera anche dieci squadre giovanili dalle Under 13 alla serie C. Anche qui le soddisfazioni non mancano, con sei Under qualificate per la fase Eccellenza che hanno già iniziato alla grande e l’Under 16 che sta per disputare il Memorial Campesan, dove l’anno scorso centrò la medaglia di bronzo. 
“Il nostro vivaio è motivo di orgoglio ed è il settore dove viene concentrata gran parte delle risorse. Le nostre piccole rappresentano il futuro non solo per la società, ma anche per lo sport della pallavolo nella nostra città, basti pensare ai risultati raggiunti da Ilenia Moro e Alessandra Colanardi, solo per fare due esempi”, evidenzia il Presidente. 
In conclusione l’attività di LeAli Padova Volley Project al di fuori dal campo, dalla collaborazione con Gruppo Polis al Sesto tempo organizzato al termine delle partite casalinghe: “Un’ulteriore vittoria per noi è avvicinare sempre più appassionati a questo bellissimo sport e a sostegno della nostra squadra - conclude il patron - Il tutto senza dimenticare che la nostra società ha un’importante mission sociale”. 

Torna su
PadovaOggi è in caricamento