Padova-Varese: già 11mila biglietti venduti, Euganeo verso il tutto esaurito

Entusiasmo alle stelle in città, e biglietti introvabili, dopo l'approdo dei biancoscudati ai play off. El Shaarawy: "Il Varese è una squadra difficile e ci metterà in difficoltà, è vero, ma siamo consapevoli dei nostri mezzi"

A Padova si respira aria di impresa. Dopo aver eliminato il Torino ed essere approdati ai play off, per la squadra la serie A adesso non è più solo un miraggio ma diventa un obiettivo possibile lontano solo poche partite.

Il primo ostacolo per i biancoscudati arriva giovedì sera alle 21 e si chiama Varese, la squadra-fortezza che in casa ha un record impressionante di imbattibilità e che quest’anno ha messo sotto i Nostri all’andata e strappato un punticino nella partita di ritorno.

I lombardi avranno dalla loro oltre alle paurose statistiche anche un allenatore, Sannino, che ha già disputato per due volte i play off. I biancoscudati, invece, sono abbastanza immaturi in fatto di play off (basti pensare solo che l’anno scorso la squadra giocò i play out) ma hanno entusiasmo da vendere e una squadra che più va avanti più ha voglia di vincere. Il ruolino di marcia è impressionante: 25 punti nelle ultime 11 partite. Con questi numeri, anche una fortezza potrebbe vacillare.

Quello che conterà sarà tenere i nervi saldi e, soprattutto, vincere la gara di giovedì per andare domenica nel bunker di Varese con la mente un po’ più tranquilla. Ascoltato l’appello del presidente Cestaro che invitava i tifosi ad andare allo stadio: l’Euganeo per l’occasione è già quasi tutto esaurito, un altro record in città e una marcia in più per spingere gli uomini di Dal Canto alla vittoria. E’ caccia, dunque, agli ultimi biglietti rimasti.

L’asso El Shaarawy, impegnato in questi giorni anche con l’esame di maturità, intervistato dai giornalisti ha detto: “Il Varese è una delle squadre più forti che abbiamo affrontato ma noi ci proveremo con tutte le nostre forze. Se andiamo in A ho già ribadito di voler restare a Padova ancora un po’, devo maturare di più. A Genova mi sentirei troppo sotto pressione”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragico schianto nella serata di domenica: morta una donna, centauro ferito

  • Gravissimo incidente nella serata: un decesso e due persone ferite nello schianto

  • Coronavirus, Zaia: «Ecco la nuova ordinanza con le riaperture del 25 maggio e del primo giugno»

  • Coronavirus, il primo aggiornamento di giornata su contagi e ricoveri a Padova e in Veneto

  • Coronavirus, Zaia: «Dal primo giugno non ci sarà più l'obbligo della mascherina all'aperto»

  • Coronavirus, il primo aggiornamento di giornata su contagi e ricoveri a Padova e in Veneto

Torna su
PadovaOggi è in caricamento