menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Lo strano caso del Santo di Evyrein che piace alla Chiesa ma non ai No Vax

La pagina Fb dell'artista è stata denunciata per blasfemia e rischia la chiusura. Tanti poi hanno scritto direttamente all’autore usando toni molto duri, spesso minacciosi, sempre offensivi

Don Luca è un prete vicentino. Di passaggio a Padova, in transito per prendere un treno per Roma, ha raggiunto a piedi dalla stazione la vicina via Attilio Lombardo solo per vedere l’opera di Evyrein che raffigura il Santo con un bambino in braccio e in mano una siringa con il vaccino Pfizer. E’ rimasto talmente colpito dall’opera di Evyrein che ha voluto non solo vederla di persona ma anche congratularsi direttamente con l’autore. Anche il Rettore della Pontificia Basilica di S. Antonio in Padova, Oliviero Svanera, stimolato sull’argomento ha usato parole positive rispetto all’opera.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Se la Chiesa non ha nulla da eccepire su quanto rappresentato dallo street artist padovano, che dopo l'Arcella ha proposto anche in centro la sua particolare versione del Santo tra le piazze, diversi fedeli invece non la vedono affatto così. Basta leggere i commenti sotto gli articoli che riportano la notizia del mural di Evyrein, anche nella nostra pagina Fb, in tanti parlano di blasfemia e di opera alquanto offensiva. Tanti poi hanno scritto direttamente all’autore usando toni molto duri, spesso minacciosi, sempre offensivi. Addirittura nel weekend appena passato delle signore hanno tentato di strapparla dal muro dove si trova in centro, trovando però la stregua difesa di tante persone e dei titolari dei bar attigui all’opera. Le donne erano riuscite a strappare la siringa dalla mani del Santo, ma immediatamente è stata rincollata e rimessa al suo posto. All'Arcella è stata invece sfregiata dopo un solo giorno. 

Evyrein vandalizzato sant'antonio street art vaccino-2

Evyrein intanto ha comunicato sui suoi profili social che la sua pagina Fb è stata denunciata per blasfemia e che rischia la chiusura. Contattato direttamente l’artista è molto stupito di quanto sta accadendo e non si aspettava reazioni così veementi. «Pensavo che l’opera poteva suscitare qualche discussione ma non pensavo si sarebbe arrivati ad accusarmi di blasfemia o peggio». Maggiormente scatenati su questo fronte sono, più che cattolici che comunque ci sono, gli anti vaccinasti, che vedono nell’opera un modo per “fare propaganda” ai vaccini.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In questi anni in cui la street art è stata sdofganata e che anzi trova sempre più spazi offerti anche dalle Istituzioni, opere come quelle di Evyrein riportano questa forma d’arte alle sue origini. Questo particolare forma d'arte nasce e si fa strada, letteralmente, perché si pone al centro dei dibattiti dei temi sociali, interpretandoli anche in modo scioccante. Può piacere o no, ma come si può capire, in questo Evyrein ha di certo colpito nel segno.

Evyrein-4

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Politica

Il neo Presidente Masin: «Natura e turismo, così immagino il Parco Colli. Essere cacciatore non è in antitesi con questo ruolo»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento