rotate-mobile
Venerdì, 19 Aprile 2024
Cronaca Zona Industriale / Corso Stati Uniti

Si finge donna, si fa dare un passaggio, poi deruba e ricatta un giovane assieme al suo complice

Brutta avventura, la scorsa notte, per un giovane 22enne che dopo aver passato la serata a casa di un amico si stava accingendo a raggiungere la propria auto per tornare a casa

Un gesto gentile è finito per ritorcerglisi contro. Ha vissuto infatti una brutta avventura, la scorsa notte, un giovane 22enne che dopo aver passato la serata a casa di un amico si stava accingendo a raggiungere la propria auto per tornare a casa. In quel momento viene avvicinato da quella che a lui era sembrata una donna che chiedeva con insistenza un passaggio. Il giovane acconsentiva di buon grado ma, qualche minuto dopo aver fatto scendere la sconosciuta, il malcapitato si accorgeva di non riuscire a trovare più il proprio smartphone, un Iphone 13. Non appena realizzato di essere stato derubato dalla persona appena conosciuta, il giovane ha ripercorso a ritroso la strada riuscendo a rintracciare nei pressi del bar la persona che aveva appena accompagnato.

Ma una volta chieste spiegazioni in merito alla sparizione del proprio telefono, si è avvicanata una terza persona, evidentemente complice, il quale, mostrando di tenere stretto tra le mani il telefono del derubato, iniziava ad inoltrare nei confronti dello stesso una serie di richieste di denaro per riaverlo indietro. La vittima, non avendo la disponibilità di denaro contante e intenzionata a riavere il telefono a tutti i costi, si faceva convincere dai due malviventi a procedere al prelievo del denaro necessario presso il più vicino sportello bancomat. Fortunatamente delle persone presenti si sono accorte della strana situazione che si stava verificando e hanno chimato il 113. Una volta giunti sul posto, in Corso Stati Uniti, hanno assistito alla discussione tra i tre e all’ennesima trattativa con i due malviventi che si presentavano alla vittima mostrando nuovamente il bene sottratto e chiedendo più soldi di quelli che stava estraendo dallo sportello automatico. In quel momento, erano circa le 2 e 30 del mattino, i due venivano immediatamente bloccati ed accompagnati in Questura dove venivano tratti in arresto in flagranza di reato per il reato di tentata estorsione in concorso e indagati inoltre per i reati di furto e ricettazione.

I due, che risulteranno essere entrambi uomini una volta identificati, originari dell'est Europa, si erano resi recentemente responsabili nella stessa zona, sempre in orari notturni, di episodi simili. Al termine dell’udienza di convalida per l’arresto e successivo rito direttissimo tenutisi nella mattina di sabato, il Tribunale di Padova ha disposto la misura della custodia cautelare in carcere per entrambi.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Si finge donna, si fa dare un passaggio, poi deruba e ricatta un giovane assieme al suo complice

PadovaOggi è in caricamento