menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
L'ingresso del cimitero Maggiore di Padova

L'ingresso del cimitero Maggiore di Padova

Cimitero Maggiore, raid nella notte Danneggiate un centinaio di tombe

A meno di 24 ore dall'incursione avvenuta a Salboro, ladri in azione anche al camposanto principale di Padova dove alcuni malviventi hanno asportato statue, cornici, fioriere, porta ceri e altri oggetti metallici

Almeno un centinaio di tombe del cimitero Maggiore di Padova sono state danneggiate nel corso di un raid verificatosi nella notte. Alcuni malviventi, entrati dalla parte posteriore del camposanto, hanno asportato statue, cornici portafoto, fioriere, porta ceri e qualsiasi altro oggetto di metallo.

IL PRECEDENTE. Meno di ventiquattr'ore prima, nella notte tra mercoledì e giovedì, una cosa simile era avvenuta anche al cimitero di Salboro, sempre a Padova. Nella tarda mattinata in prefettura si è tenuto un vertice tra le forze dell'ordine per pianificare eventuali interventi. Le indagini sono condotte dai carabinieri della compagnia di Padova.

GIRO DI VITE. ''Abbiamo attivato tutta una serie di piani di intervento - spiega il prefetto di Padova Ennio Mario Sodano in merito al comitato svoltosi questa mattina alla presenza delle forze dell'ordine - in particolare per quegli ambienti che tradizionalmente si occupano di furti di metalli. Si tratta di un'operazione importante che interesserà tutta la provincia e che sta partendo proprio in questi minuti per concludersi nel cuore della notte. A Salboro siamo intervenuti in tempo e abbiamo sventato il furto, quanto accaduto al Maggiore purtroppo è molto spiacevole e sgradevole, per questo abbiamo ritenuto necessaria una risposta dura. Si è trattato di un episodio di una gravità che va ben al di là del danno materiale e decisamente non tollerabile''.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento