menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Violento acquazzone su Padova in zona Facciolati, allagamento all'ospedale S.Antonio

Il maltempo, giovedì, si è abbattuto con forti piogge, provocando parecchi disagi. Nella struttura ospedaliera, l'allagamento ha interessato solo la parte del seminterrato occupata dai poliambulatori. Visite ed esami non sono stati annullati né rinviati

Un violento acquazzone si è abbattuto su Padova giovedì mattina, investendo soprattutto le zone di via Facciolati e di via Forcellini, dove sono stati effettuati diversi interventi per strade allagate. Un'allagamento si è verificato anche nell'area del nuovo poliambulatorio dell’ospedale Sant’Antonio. A comunicarlo è la Direzione Generale dell’Azienda Ulss 16 di Padova.

POLIAMBULATORIO ALLAGATO. In pochi minuti, circa 10 centimetri di acqua hanno invaso la superficie al piano terra della struttura ospedaliera nella quale sono collocati gli ambulatori di oculistica, ortopedia, otorinolaringoiatria, neurologia, chirurgia generale e dermatologia, nel momento di massimo afflusso di pazienti nell’area. 

NESSUNA VISITA ANNULLATA. Immediatamente, il personale sanitario, coadiuvato dai colleghi del settore amministrativo e tecnico, ha provveduto a far fronte all’emergenza, soprattutto a supporto dell’utenza, che è stata assistita e accompagnata in altre aree ospedaliere per poter accedere alle prestazioni. Pur nel disagio della situazione venutasi a creare, la tempestività dell’intervento e la riorganizzazione delle attività hanno permesso che nessun paziente sia stato mandato a casa e nessuna visita sia stata né annullata né tantomeno rinviata.
 
DANNI MINIMI, Nel frattempo, il personale dell’area tecnica ha provveduto ai primi rilievi e a ripristinare la funzionalità degli ambulatori interessati dall’evento. È in corso di verifica la situazione delle apparecchiature elettromedicali e delle attrezzatture il cui uso dovrebbe essere ripristinato completamente entro sera. I danni rilevati al momento sono minimi. L’allagamento ha interessato solo la parte del seminterrato occupata dai poliambulatori, mentre non vi è stato alcun danno nelle rimanenti zone nelle quali sono collocati le cabine elettriche e i gruppi elettrogeni.
 
LE CAUSE. "L’evento è riconducibile al malfunzionamento dei sistemi antiallagamento installati nella struttura ospedaliera - sottolinea il direttore generale dell'Ulss 16 Domenico Scibetta - le cause di tale malfunzionamento sono in corso di approfondimento da parte dei nostri tecnici. Scusandomi per il disagio arrecato agli utenti presenti nei poliambulatori al momento dell’allagamento, vorrei ringraziare tutto il personale sanitario, amministrativo e tecnico dell’ospedale Sant’Antonio, che ha permesso di riorganizzare le attività, senza dover rinviare alcuna prestazione ai cittadini".

LE PREVISIONI - "Svolta" meteo da giovedì: clima variabile, temporali e temperature in calo

ALTRI ALLAGAMENTI. Oltre all'ospedale Sant'Antonio, il maltempo ha provocato disagi in tutta la zona. I vigili del fuoco sono dovuti intervenire in via Crescini e in via Cremonino, bloccate a causa dei pozzetti scolatori, che non hanno retto il forte acquazzone. A proposito degli allagamenti in zona Facciolati-Forcellini, il sindaco Massimo Bitonci ha precisato che "i problemi sono stati risolti" invitando a segnalarne eventuali altri al numero Whatsapp del Comune e telefonando alla centrale della polizia locale pronto intervento (0498205100).

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Superenalotto: vincite a Noventa Padovana e a Este

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento