Caccia all'automobilista armato: litigano per la precedenza e punta una pistola sul rivale

Lo hanno scovato i carabinieri nascosto nell'Alta Padovana a una settimana dalle violente minacce. Ha estratto un'arma finta senza tappo rosso terrorizzando un uomo

Una settimana di indagini serrate, temendo di essere davanti a un soggetto pericoloso e per di più armato. Il lavoro dei carabinieri ha fortunatamente portato alla sua identificazione.

Il litigio

I fatti risalgono al 7 settembre. Nel comune di Castelfranco Veneto due automobilisti hanno un diverbio per questioni banali, un semplice litigio legato al traffico. Qualche battuta infelice, qualche insulto e uno dei due punta una pistola addosso al rivale, che rimane pietrificato. Dopo aver minacciato di usarla, l'uomo armato si allontana.

Indagini serrate

L'altro automobilista, ripresosi dallo spavento, denuncia tutto ai carabinieri che si mettono sulle tracce del fuggitivo. Lo cercano nel Trevigiano e nel Padovano, in particolare nell'Alta, con le indagini affidate ai militari di Cittadella che risalgono a un 25enne di origine albanese e residente in provincia di Vicenza. Nella sua casa di Lonigo il giovane non c'è, quindi gli inquirenti estendono le ricerche fino a scoprirlo a San Martino di Lupari. Bloccato e denunciato, è stato interrogato in merito all'arma, che si è rivelata una pistola ad aria compressa del tutto identica alle armi vere, a cui era stato tolto il tappo rosso obbligatorio per legge.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cercasi 700 comparse per la fiction Rai ambientata a Padova: al via i casting per “L’Alligatore”

  • Dramma lungo la ferrovia: trentenne muore sotto il treno vicino alla stazione

  • Violento frontale in curva: due feriti, donna incinta soccorsa con l'elicottero

  • I parenti non riescono a contattarlo, il peggiore dei timori si concretizza: è in casa senza vita

  • Tragedia in mattinata: giovane donna trovata senza vita in una stanza d'hotel

  • Drammatico incidente sul lavoro: travolto dal tir, lotta per la vita dopo l'arresto cardiaco

Torna su
PadovaOggi è in caricamento