menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Alcune slide dell'analisi fatta dai tecnici incaricari dai consiglieri di Minoranza

Alcune slide dell'analisi fatta dai tecnici incaricari dai consiglieri di Minoranza

Restyling stadio Euganeo, Bitonci:"Giordani e Bonavina mentono": la risposta del Comune

Sui costi palesati da palazzo Moroni per i lavori alla struttura di viale Nereo Rocco, l'ex sindaco afferma che: "Il progetto costerebbe 16milioni e 200mila euro, e non 3,2 come dicono"

Sull'annunciato progetto di restyling dello stadio Euganeo di Padova intervengono i consiglieri di Minoranza, in primis l'ex sindaco Massimo Bitonci. Sui costi palesati da palazzo Moroni l'esponente leghista afferma infatti che:"Il progetto costerebbe 16milioni e 200mila euro, e non 3,2 come dicono, a fronte dei 6 milioni per mettere completamente a nuovo il Plebiscito". Numeri che arrivano da un'analisi approfondita affidata affidata ad un pull di tecnici.

DATI ALLA MANO.

"Per lo spostamento del campo, il rifacimento, l’illuminazione, la demolizione della pista - spiega l'ex assessore allo Sport Cinzia Rampazzo - ci vogliono 800mila euro, per il nuovo palazzetto 8 milioni, la nuova tribuna nord 1,5 milioni, per la chiusura della curva Sud e l’adeguamento sismico 4,1 milioni più i costi di realizzazione. Quindi 6,2 milioni per il primo stralcio e altri dieci per il secondo".

Schermata 2017-12-15 alle 11.58.48-2

LA RISPOSTA.

Pronta la risposta da palazzo Moroni: "Per la consueta trasparenza che abbiamo nei confronti dei cittadini e nell’uso delle loro risorse, vale la pena puntualizzare alcune evidenze chiarissime. Primo. Appare quantomeno strano che un professionista della Lega Nord possa redigere un credibile piano di spesa in 24 ore osservando una foto di giornale. Secondo va ricordato che la condizione sine qua non, come ribadito dal sindaco, è che giunga dal governo di Roma il finanziamento a fondo perduto di ben due milioni previsti dal bando sport periferie. Con l’occasione ricordiamo ai consiglieri di opposizione che il faraonico progetto del Plebiscito ricadeva tutto sulle casse comunali e nessuno tra loro si era mai interessato nel cercare altre risorse. 10 milioni complessivi a carico dei contribuenti padovani per un doppio stadio di calcio inidoneo persino alla serie B".

"ALTRO CHE BUGIE".

"Terzo, altro che bugie - continua l'assesore Bonavina - quello che abbiamo fatto è chiaro e ce lo chiedevano i padovani. Estinguere il mutuo per lo spreco del Plebiscito per riattivarne uno uguale a beneficio di ben 14 strutture sportive di base nei quartieri. Piccola differenza, il nuovo mutuo da noi acceso farà risparmiare i cittadini perché abbassa il tasso di interesse. Quarto, non abbiamo davvero nulla da aggiungere a quanto stimato da tutti i nostri tecnici sui costi dei vari stralci. Quinto, la distanza della curva sud dal campo sarà proprio di 10 metri. Sesto, see questi sono i toni di una minoranza che dice no a prescindere anche davanti ai fatti, non possiamo che ribadire come su questo progetto i nostri primi interlocutori saranno il C.o.n.i, la società Calcio Padova, gli appassionati, i tifosi e tutti gli attori dello sport padovano".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento