menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Via Corrado lungo il fiume Piovego, uno dei luoghi in cui si sono consumati i reati di cui sono accusati i tre tunisini arrestati

Via Corrado lungo il fiume Piovego, uno dei luoghi in cui si sono consumati i reati di cui sono accusati i tre tunisini arrestati

Notte di violenza alla Stanga, pene quasi dimezzate per i tre stupratori

Avevano abusato di due ragazze nel settembre 2012. In primo grado erano stati condannati a 27 anni complessivi di reclusione. La Corte d'Appello di Venezia ha drasticamente ridimensionato la sentenza

Una notte da incubo a Padova, quella tra il 5 e il 6 settembre 2012. Tre tunisini avevano violentato due ragazze tra la Stanga e il lungargine del Piovego, a un paio d'ore di distanza l'una dall'altra. Una notte atroce per una 25enne padovana, in cerca di droga e finita nelle mani dei suoi stupratori. Stessa sorte era toccata ad una 35enne di Cavallino Treporti nel Veneziano, abusata, rapinata e infine gettata nel canale.

SETTEMBRE 2012: La notte di violenza

AGOSTO 2013: Stupratori condannati a 10 anni

PENE DIMEZZATE. Il trio era stato arrestato poco dopo e condannato in primo grado a 27 anni totali. Pena che la Corte d'Appello di Venezia, come riportano i quotidiani locali, ha quasi dimezzato, ritenendo le attenuanti generiche equivalenti alle aggravanti. Per il primo imputato, la riduzione è da 10 anni e 4 mesi a 6 anni e sei mesi; Da 10 anni a 5 e 8 mesi, quella per il secondo tunisino; Il terzo ha rimediato 4 anni, invece dei 7 anni e 4 mesi in primo grado. Tutti e tre sono accusati di violenza sessuale di gruppo, violenza privata, lesioni personali e rapina, e dovranno risarcire la vittima padovana, costituitasi parte civile e difesa da Roberto Boev, di 70mila euro. Gli imputati erano difesi dalla penalista Elisabetta Costa e dall’avvocato Dennis Zaniolo.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento