Lunedì, 17 Maggio 2021
Cronaca

Pezzo di metallo nella scatoletta di tonno, operaio rischia di soffocare

Venerdì 22 agosto, un giovane di Anguillara Veneta ha rischiato di morire soffocato dopo avere ingerito il contenuto della confezione. All'interno, un corpo estraneo di 2 centimetri. I carabinieri indagano sulla vicenda

Ha rischiato di morire soffocato mangiando del tonno in scatola. L'episodio, come riporta Il Gazzettino di Padova, sarebbe accaduto ad un operaio 23enne di Anguillara Veneta lo scorso venerdì 22 agosto.

IL PEZZO DI METALLO.  Il giovane, nel bel mezzo del pranzo, avrebbe iniziato a diventare cianotico. Non riusciva più a respirare. Immediato l'intervento del padre, a tavola con lui. Il ragazzo avrebbe espulso un pezzo di metallo della lunghezza di due centimetri e mezzo, e sangue.

LA SCATOLETTA. Dopo la visita in ospedale a Rovigo, genitore e figlio, insieme ad un avvocato, si sono recati dai carabinieri della stazione di Prato della Valle, per sporgere denuncia per lesioni colpose. La scatoletta di tonno e fagioli, confezionata a Verona, sarebbe stata acquistata lunedì 18 agosto, in un discount di San Martino di Venezze in provincia di Rovigo. Secondo le dichiarazioni del 23enne, in più occasioni, consumando lo stesso prodotto, avrebbe avvertito una sorta di granella, forse metallo sbriciolato.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pezzo di metallo nella scatoletta di tonno, operaio rischia di soffocare

PadovaOggi è in caricamento