Regione: prorogati i termini per beneficiare dei contributi per gli acccumulatori di energia

Il nuovo termine è fissato per il 26 giugno 2020, fermo restando che chi è già stato ammesso a contributo dovrà, in ogni caso, sostenere e pagare la spesa entro il 13 dicembre 2019

La Giunta regionale ha approvato, su proposta dell’assessore allo sviluppo economico Roberto Marcato, una proroga del termine per la rendicontazione da parte dei beneficiari del bando per l’incentivazione dei sistemi di accumulo di energia elettrica prodotta da impianti fotovoltaici. Il nuovo termine è fissato per il 26 giugno 2020, fermo restando che chi è già stato ammesso a contributo dovrà, in ogni caso, sostenere e pagare la spesa entro il 13 dicembre 2019. Riservato a privati cittadini, infatti, il bando ha trovato un ampio consenso di adesioni. Questo ha fatto sì, inoltre, che siano stati stanziati nuovi 5 milioni di euro (che vanno ad aggiungersi ai 2 già previsti con la deliberazione del bando a luglio).

Scorrimento delle domande

«Il provvedimento, inoltre, consente lo scorrimento delle domande presentate che sono ben 2631 – spiega l’assessore Marcato -. Di queste 686 sono state ammesse e, tolte quelle ritenute non ammissibili, 1921 non sono state istruite per esaurimento dei fondi. Viste le numerose richieste pervenute abbiamo fatto il possibile per reperire ulteriori importanti risorse per scorrere la graduatoria e finanziare tutte le domande che risulteranno ammesse in seguito a istruttoria positiva». Le istruttorie di ammissibilità sono già in corso e, per le domande che verranno emesse, il termine ultimo per realizzare gli interventi, sostenere e pagare le spese relative e rendicontare è fissato al 26 giugno 2020.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Contributo a fondo perduto

Il provvedimento prevede l’assegnazione di un contributo a fondo perduto, per un importo massimo di 3000 euro per le spese sostenute per l’acquisto e l’installazione di un sistema di accumulo a servizio di un impianto fotovoltaico di utenza domestica. «Con questa estensione dei tempi per la rendicontazione – conclude l’Assessore allo sviluppo economico – e grazie all’importante impegno economico messo in campo, pensiamo al Veneto del futuro. Questo sembra essere stato capito dagli stessi veneti che così numerosi hanno presentato domanda. Ampliando il numero di incentivi ai privati cittadini, inoltre, favoriamo l’autoconsumo di energia che può sostenere anche il nostro mondo produttivo perché significa supportare la stabilità della rete con un diffuso aumento della generazione distribuita». Per ogni dettaglio tecnico si può consultare la pagina dedicata al bando sul sito della Regione del Veneto.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Formaggi a Villa Contarini, giardini aperti, visite, spettacoli e sagre: il weekend a Padova

  • Focolaio all'asilo notturno del Torresino: 30 positivi al covid su 82 ospiti

  • Live - Covid nelle scuole, già oltre 15 le classi isolate in tutta la provincia

  • Perde il controllo della sua barca dopo un'onda anomala: muore idraulico padovano

  • Clienti nel magazzino per sniffare cocaina tra una portata e l'altra: ristoratore in manette

  • Focolaio del Torresino: una persona positiva tenta la fuga, le forze dell'ordine lo bloccano (Video)

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PadovaOggi è in caricamento