Il festival “Parole d’Autore” a Este

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PadovaOggi

Dal 24 giugno al 6 settembre 2015 torna a Este la seconda edizione del festival “Parole d’Autore” che, dopo il grande successo dello scorso anno, porta in città i più grandi nomi della cultura, della musica e del giornalismo italiani.

La manifestazione organizzata dall’Associazione Culturale Cuore di Carta con il Comune di Este torna in Piazza Trento con un parterre di nomi eccezionali.

A inaugurare uno dei festival più ricchi dell’estate sarà l’ex-magistrato di Mani Pulite Gherardo Colombo (24 giugno, alle 21:00). Parteciperanno la grande scrittrice Dacia Maraini (3 luglio), lo psichiatra e sociologo Paolo Crepet (8 luglio a Ospedaletto Euganeo), il grande cantautore Francesco Guccini (11 luglio), il popolare volto televisivo Bruno Gambarotta (15 luglio a Ospedaletto Euganeo), il geologo e divulgatore scientifico Mario Tozzi (17 luglio), l’irriverente Dario Vergassola (24 luglio), il teologo Vito Mancuso (31 luglio), la giornalista Giovanna Zucconi con il direttore di Rai Radio 3 Marino Sinibaldi (7 agosto) e la scrittrice Daria Colombo (21 agosto).

Gran finale, domenica 6 settembre, con il violinista di fama internazionale Uto Ughi, che presenterà Quel diavolo di un trillo. Note della mia vita, il libro in cui racconta per la prima volta il percorso personale e professionale che lo ha portato a calcare i più importanti teatri e palcoscenici del mondo.

“La seconda edizione di Parole d’Autore – afferma Bruna Coscia, presidente dell’Associazione Cuore di Carta – è stata fortemente voluta dall’Amministrazione Comunale di Este che, dopo il successo dello scorso anno, ha voluto riportare in città i nomi più importanti della cultura italiana. Siamo orgogliosi di proporre all’estate estense molto più di una rassegna, un vero e proprio festival culturale, tra i più ricchi in Italia, che saprà rendere la città più vivace e frequentata con un’importante ricaduta sull’attrattività del territorio”.

Torna su
PadovaOggi è in caricamento