L'arte al servizio della solidarietà: al via il progetto "Segni dalla strada"

Nove street artist e writers padovani hanno realizzato un'opera unica e originale con l'obiettivo di sostenere, attraverso la raccolta fondi dedicata, l'acquisto di spese di generi di prima necessità e aiutare almeno 450 famiglie che soffrono un disagio socio-economico

“Segni dalla strada. Percorrere insieme” è il progetto pensato da nove street artist e writers padovani che, in collaborazione con CSV Padova, Comune e Diocesi, hanno scelto di lavorare insieme per sostenere il progetto “Per Padova noi ci siamo”.

Il progetto

Made514, Joys, Yama, Orion, Boogie, Axe, Tony Gallo, Alessio B e Gabriele Bonato sono artisti locali, conosciuti e apprezzati a livello internazionale, da sempre sensibili alle tematiche sociali. Per “Segni dalla strada” ciascuno di loro ha realizzato un'opera unica e originale con l'obiettivo di sostenere, attraverso la raccolta fondi dedicata, l'acquisto di spese di generi di prima necessità e aiutare almeno 450 famiglie che soffrono un disagio socio-economico. Ogni opera sarà autografata da ciascun artista e stampata in 50 copie ad edizione unica e limitata che sarà possibile aggiudicarsi con una donazione di almeno 100 euro: più donazioni verranno raccolte, e più persone saranno aiutate. A sottolineare l’impegno degli artisti nei confronti della Città a fine luglio realizzeranno un murales a più mani dedicato al progetto “Per Padova noi ci siamo” per ringraziare tutti i volontari e i donatori che in questi mesi hanno contribuito ad aiutare molte famiglie e persone sole in difficoltà a causa dell’emergenza sanitaria.

"Per Padova noi ci siamo"

Spiegano gli ideatori: «Con il progetto “Per Padova noi ci siamo” grazie a più di 330 donatori e a 1.670 volontari dal 14 marzo ad oggi abbiamo garantito aiuto a 15.000 persone. Abbiamo consegnato mascherine, spese e farmaci a domicilio, consegnato i buoni spesa prima e poi garantito spese per le famiglie in difficoltà economica, abbiamo garantito nell'inizio della fase 2 la riapertura in sicurezza di parchi e biblioteche. Per questo “Per Padova noi ci siamo” continua con l’immediata risposta alle emergenze, la distribuzione di generi di prima necessità, l’individuazione di azioni di sostegno dei soggetti più deboli. Al progetto è stata abbinata una campagna di crowdfunding con termine previsto il 30 giugno che ha raccolto 48.168,00 euro tramite la piattaforma “Produzioni dal basso” e 14.520,00 euro tramite bonifico, per un totale di 62.688,00 euro al 30 giugno. I bisogni però non sono terminati e c’è la necessità di far proseguire il progetto anche per il mese di luglio, visto che le richieste di spese variano da 120 a 160 a settimana e considerate le altre esigenze specifiche legate al periodo come la possibilità di far partecipare i figli ai centri estivi per le famiglie con lavoro precario. Anche in questa fase emerge la generosità delle aziende padovane: Mediagraf Spa, storica azienda padovana, ha deciso di sostenere l’iniziativa “Segni dalla strada Street art” offrendo la stampa delle opere e il fotografo Lorenzo Scaldaferro».

Le opere

Le opere sono visibili e prenotabili tramite donazione a questo link.

Segni dalla strada-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Zaia: «Ricoveri in ospedale, tutte le province venete in Fase 5 tranne Padova»

  • Femminicidio nella notte a Cadoneghe: uomo uccide la moglie a coltellate

  • «Mi sono addormentato a casa della mia ragazza»: multa di 400 euro per il fidanzato ritardatario

  • Zaia: «Ecco la nuova ordinanza. Ridotta capienza nei negozi e nei centri commerciali»

  • Il Covid si porta via a 67 anni lo storico pasticcere di Mestrino. Morto anche un giovane professore

  • Paolo Mocavero condannato, Roberto Baggio vince anche in tribunale

Torna su
PadovaOggi è in caricamento