menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Piano urbano della mobilità sostenibile, si uniscono Padova e altri 18 comuni

L'area metropolitana si allarga. L'accordo è stato firmato giovedì a Palazzo Moroni

Giovedì a Palazzo Moroni il Comune di Padova e 18 amministrazioni della cintura urbano hanno firmato l’integrazione dell’accordo per il Piano Urbano della Mobilità Sostenibile. Con l’accordo firmato l’incarico, conferito già nel 2015 al raggruppamento temporaneo d’impresa che vede Trt Trasporti e Territorio come capofila, viene esteso anche ai comuni di Abano Terme, Albignasego, Cadoneghe, Casalserugo, Legnaro, Limena, Maserà di Padova, Mestrino, Montegrotto Terme, Noventa Padovana, Ponte San Nicolò, Rubano, Saonara, Saccolongo, Selvazzano Dentro, Vigodarzere, Vigonza e Villafranca Padovana.

L'ACCORDO.

Il raggruppamento incaricato della redazione del piano, sulla base del nuovo accordo, allargherà all’area metropolitana la progettualità già prevista per il Comune di Padova, sulla base delle informazioni messe a disposizione dalle altre amministrazioni. Si procederà quindi con la costruzione dello “Scenario di Piano” che prevederà, già dal gennaio 2018, incontri pubblici, indagini on line e il confronto con le strutture tecniche di ogni comune. Nella primavera 2018 sono previste le valutazioni e le osservazioni sugli scenari di piano che porteranno alla proposta definitiva di un Piano Urbano per la Mobilità Sostenibile per il giugno del 2018.

IL COSTO.

"Il Pums è per noi lo strumento indispensabile con cui iniziare a ripensare alla mobilità in città – sottolinea il vicesindaco e assessore alla Mobilità, Arturo Lorenzoni – Per agire in maniera efficace nel ridurre i tempi di percorrenza, diminuendo congestioni e inquinamento, bisogna però ragionare in termini di area vasta. Per questo ci siamo impegnati ad allargare il campo di indagine, analisi e proposta, dando allo stesso tempo nuovo impulso al processo. In questo senso, grazie alla collaborazione di tutte le amministrazioni coinvolte, in pochi mesi avremo un Piano importante per disegnare il futuro della città e non solo". Il costo complessivo per l’integrazione dell’incarico è di circa 45 mila euro che saranno corrisposti dalla Provincia di Padova che si aggiungono ai circa 100 mila impeganti dal Comune di Padova con l’incarico del 2015.

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Padova usa la nostra Partner App gratuita !

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento