Il Padova C5 chiude il campionato con il 2-1 al Perarolo Vigontina con sold out alla Gozzano

Vittoria biancoscudata nell'ultima giornata di serie C1 davanti alle oltre trecento persone che hanno gremito la palestra Gozzano, buoni risultati anche in tutti i settori giovanili

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PadovaOggi

Oltre 300 spettatori per l'ultima partita del campionato hanno riempito il palasport Gozzano in occasione del match che vedeva in campo il Padova C5 e il Perarolo Vigontina.
Ancora più bella l'entrata in campo delle due formazioni, accompagnate dai giovanissimi atleti della Scuola Calcio.

I biancoscudati riabbracciano Griggio e Rodriguez, rientranti dalla squalifica, ma devono ancora fare a meno di Secchieri, fuori per infortunio.
Obiettivo del Padova è quello di chiudere in bellezza davanti al proprio pubblico, regalando una gioia ai propri tifosi che assiduamente hanno sostenuto i colori padovani durante la stagione.

Non così sereno invece il Perarolo, che si presenta in terra patavina con l'assoluto bisogno di fare risultato: serve infatti almeno un punto alla squadra di Scarpa per centrare l'obiettivo play out, per poi provare a mantenere la categoria nella sfida con l'Eurogiorgione.

L'avvio sorride agli ospiti, più incisivi nei primi minuti, che non riescono però a superare un sempre attento e pronto Ballarin. Serve all'incirca un terzo del primo tempo al Padova per sbloccare la situazione: Vettore insacca la rete del vantaggio grazie a un rodato schema da calcio d'angolo la cui variante permette a Crepaldi di sfiorare il raddoppio pochi minuti dopo.
La prima frazione termina con i biancoscudati che amministrano la situazione senza correre troppi rischi, ma con un vantaggio risicato.

Nella ripresa Ballarin e Androni si avvicendano alla difesa della porta patavina e, per quanto riguarda il reparto offensivo, il Padova si avvicina alla rete ma non riesce a sorprendere Cazzaro: Griggio ci prova con un pallonetto dopo un millimetrico lancio di Androni, Paperini non angola abbastanza la sua conclusione dopo un perfetto movimento da palla ferma, Tiso si fa ipnotizzare dall'estremo difensore vigontino a pochi metri.

Nel momento di maggior sforzo del Padova, ecco il pareggio del Perarolo con una buonissima conclusione di Bolgan che aggira anche Androni.
Il gol partita lo firma però Crepaldi: Vettore, forse fallosamente, recupera palla a metà campo e serve l'attaccante biancoscudato che salta il suo marcatore e insacca battendo il portiere sul suo palo.
É il gol vittoria che regala i tre punti al Padova, che rischia però di rovinare la festa: nel recupero il Perarolo ha la grande occasione di pareggiare grazie ad un tiro libero assegnato dai direttori di gara ma Androni si supera e nega la gioia agli ospiti.

Termina così la stagione biancoscudata che, al secondo anno di serie C1, migliora il record di punti in campionato (+12 rispetto al 2015/16), confermano la buona partecipazione alla Coppa Italia (semifinale regionale) e accendo alla Final Four di Veneto Futsal Cup.

SETTORE GIOVANILE

A riposo la Juniores che la prossima settimana si giocherà l'accesso alla finale regionale nel derby con il Vigoreal.
Gli Allievi invece festeggiano senza giocare: nel loro turno di riposo conquistano matematicamente la Final Four per il titolo, ora bisognerà solo capire se si qualificheranno come primi o secondi del loro girone.
I Giovanissimi pareggiano per 1 a 1 con il Giorgione mentre i Pulcini festeggiano la vittoria contro il SanVe Mille.

Buon weekend anche per le categorie di base: i Primi Calci vincono con l'Atletico 2000 e pareggiano con il Valsugana. Grande divertimento invece per i Piccolissimi Amici e per le categorie di base che domenica mattina hanno partecipato alla Spring Cup al Vertigo Sport Center.

Torna su
PadovaOggi è in caricamento