Coronavirus, l'aggiornamento su contagi e ricoveri a Padova e in Veneto

Il secondo bollettino di giornata emesso nel tardo pomeriggio di giovedì da Azienda Zero

Aumenta seppur lievemente, sia nel Padovano che in Veneto, il numero dei positivi al Coronavirus. I decessi in provincia sono 3 rispetto a giovedì mattina ma crescono anche le dimissioni e restano stabili i pazienti ricoverati e quelli in terapia intensiva.

Padova

É l'istantanea scattata da Azienda Zero nel secondo bollettino di giornata di giovedì. Il Padovano registra tre decessi ufficializzati in più rispetto a quelli segnalati nel bollettino mattutino. Due sono avvenuti all'Azienda ospedaliera e uno al Sant'Antonio. Nessuno invece si è registrato nelle strutture della provincia dove restano invariati i numeri delle persone ricoverate, anche in rianimazione, senza nuovi accessi. In Azienda ospedaliera l'unico incremento, con 5 pazienti in più ricoverati e due in meno in terapia intensiva. Dal 21 febbraio i dimessi sono in totale 264 e i deceduti 93 tra ospedali e altri luoghi. Nel Padovano i casi positivi crescono di 13 unità (2.416 in totale e 2.184 attuali). Nel cluster di Vo' i positivi sono stati 86 in totale e al momento sono 17.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Veneto

I numeri del Veneto segnano anch'essi un generale per quanto rallentato incremento. I casi di contagio accertato tramite tampone salgono in totale a 10.251 (+140) dei quali 8.990 sono tutt'ora positivi. I decessi sono stati 556 e 705 i negativizzati complessivi. Al 1 aprile (ultimo dato disponibile) sono 20.278 i veneti in isolamento domiciliare. In regione nella giornata di giovedì i ricoverati sono cresciuti di 49 unità nelle aree non critiche degli ospedali. Si tratta di un dato complessivo che tiene conto sia delle dimissioni reali che di eventuali decessi ma anche dei trasferimenti (54) nelle cinque strutture territoriali Covid dove vengono veicolati i pazienti meno gravi che prima restavano più a lungo negli ospedali anche in fase di dimissione. Tali strutture sono gli ospedali di comunità di Belluno, Agordo, Adria e della casa di cura Rizzola oltre ai centri servizi di Vedelago e Ormelle. Calano invece di 10 i ricoveri in terapia intensiva. Da inizio emergenza il totale dei dimessi arriva a quota 1.004 e quello dei decessi in ospedale a 525, 22 in più rispetto alla rilevazione di giovedì mattina. Maglia nera a Villafranca (Verona) e Peschiera che ne contano 4 ciascuna. La provincia con più positivi totali resta Padova (2.502 incluso il cluster di Vo') seguita da Verona (2.438), la meno colpita Rovigo con 164. Il maggior numero di decessi si registra a Verona (167), seguita da Treviso (114) e Padova (93). Nell'isolamento domiciliare primeggia Venezia (4.371 persone) seguita da Padova (4.207).

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tremendo schianto in serata lungo la Pelosa: morti due padovani, un ferito grave

  • Le acque del Bacchiglione restituiscono un corpo. Accanto l'auto abbandonata

  • Coronavirus, Navalesi: «In Veneto il virus è clinicamente morto, oggi il problema è sotto controllo»

  • Zaia: «Dal primo giugno via la mascherina. Si indossa solo quando serve»

  • Coronavirus, Zaia: «L'Azienda Ospedaliera di Padova? Nessuno mette in discussione Flor»

  • Live - Sangue sulle strade. Arrestato l'ex vicepresidente del Padova. Rogo sui Colli

Torna su
PadovaOggi è in caricamento