menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Zaia: «Scuola, fino al 5 marzo rimane al 50%. Vaccini, la vera sfida è rendere il Veneto Covid free»

Il Presidente della Regione: «Fino al 5 marzo le lezioni nelle superiori resteranno in presenza al 50%. Le cifre proposte sulle dosi di vaccini sono in linea se non più basse di quelle di mercato»

Durante il consueto punto stampa dalla sede della Protezione Civile di Marghera, il Presidente della Regione Luca Zaia ha aggiornato sui dati di diffusione del Covid 19 in tutto il territorio, trasmettendo un relativo ottimismo. «Dal 1º gennaio i dati sull'emergenza Covid in Veneto sono in calo. Ad oggi, in media, ogni mille persone tre sono positive. Dobbiamo però continuare a impegnarci per venirne fuori. Non useremo a vita la mascherina. L'appello a tutti i cittadini resta quello di prestare la massima attenzione». 

Scuola e vaccini

«Stiamo aspettando la fine della terza settimana di febbraio per fare un primo bilancio complessivo sulle riaperture. La vera ripartenza per noi è stata il 1º febbraio, gennaio l'abbiamo passato quasi tutto in zona arancione. I ricoveri non sono mai stati in aumento quest'anno ma siamo preoccupati per un possibile ritorno delle varianti in Veneto. Detto questo il nostro piano è continuare a monitorare la situazione nelle scuole. Fino al 5 marzo le lezioni nelle superiori resteranno in presenza al 50%. Dalla prossima settimana screening a tappeto negli istituti. Le classi terze medie, invece, faranno il tampone fai da te con un addetto dell'Ulss di riferimento. Nel frattempo le vaccinazioni sono iniziate nei centri vaccini di massa. Ieri ho parlato con il dottor Arcuri per l'acquisto delle dosi - ha detto Zaia - so che si è sentito anche con il dottor Flor che sta verificando i due lotti che ci sono stati proposti da 12 e 14 milioni di dosi. Arcuri non ci ha dato il via libera per l'acquisto ma l'abbiamo informato della trattativa in corso. I prezzi per l'acquisto che ci sono stati proposti sono uguali o a volte inferiori con quelli del mercato. Non vorremmo mai acquistarle ad un prezzo superiore. L'unica via di uscita è la vaccinazione: io sogno un Veneto "Covid free" per far ripartire tutta l'economia. Entro la prossima settimana sceglierò i nuovi direttori delle aziende sanitarie venete - ha concluso il Governatore - E' stato indetto un bando ufficiale e abbiamo raccolto 110 nuovi nomi. Ci saranno conferme e qualche importante rinnovo». 

[ARTICOLO IN AGGIORNAMENTO]

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Covid, Zaia: «Veneto rischia di tornare in zona arancione»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento