Venerdì, 18 Giugno 2021
Attualità

Zaia: «Vaccini, rinnovo l'appello per la fascia 50-59. La querela a Balasso? Vi spiego perché»

Il presidente del Veneto non ha escluso di poter aprire le prenotazioni dei vaccini alla fascia di età 40-49 già dalla prossima settimana. Il Presidente Zaia ha anche spiegato la vicenda legata alla querela a Natalino Balasso: «Non censuro nessuno. Ma non si può mettere in dubbio la mia reputazione»

I primi aggiornamenti della nuova settimana sul coronavirus in Veneto sono stati comunicati questa mattina, 10 maggio, dal presidente della Regione Luca Zaia e dal suo assessore alla sanità Manuela Lanzarin dalla sede della protezione civile regionale di Marghera.

Dati

Nelle ultime 24 ore sono 247 i positivi rilevanti in Veneto nelle ultime ore sui 9.866 tamponi effettuati. L'incidenza è pari al 2,50%. Gli isolati ad oggi sono 19.036 isolati mentre in ospedale i pazienti Covid sono 1.171: 1018 (-3) in area non critica e 153 in Terapia intensiva. Due i decessi e quasi 21mila dimessi.

Vaccini

Per quanto riguarda invece i vaccini sono 34.500 le dosi somministrate nelle ultime 24 ore. «Stiamo andando avanti a scartamento ridotto - sottolinea il governatore Luca Zaia illustrando le percentuali di dosi somministrate, per fascia di età - gli over 80 sono al 96,7%, la fascia 70-19 all'80,9%, 60-69 al 70%, i 50-59 (ultima fascia per la quale sono state aperte le agende di prenotazione), le prime dosi somministrate sono 69.343 ne restano da vaccinare 660.949,di prenotati 288mila, sono dunque oltre 60mila i posti liberi da qui al 9 giugno prossimo». Nel frattempo il governatore Luca Zaia comunica che mercoledì si vaccinerà a Godega di Sant'Urbano (Treviso) alle 15.54: «Mi sono prenotato autonomamente, non sono un privilegiato».

Querela

Tra le domande al Presidente anche una sulla vicenda che ha coinvolto il noto attore Natalino Balasso che Zaia ha querelato: «Con Natalino Balasso problemi zero: deve riconoscero però che ha fatto una cavolata. Se si scusa la finiamo lì. Ma non si può giocare sulla mia reputazione». Il comico polesano in un post del 7 maggio 2020, in cui condivideva una frase su una presunta affermazione fatta dal governatore al tempo in cui lavorava come p.r. nelle discoteche. Una frase che sarebbe stata scritta sui social dal sassofonista, Marco Furio Foriere, della band veneziana dei Pitura Freska, che però smentisce e diffida dal condividerla. «Noi non mettamo la museruola a nessuno, ma nello specifico, sul caso Balasso, c'è una cosa sulla quale non transigo, la mia reputazione e il fatto che i veneti devono sapere che il loro presidente ha una reputazione inattaccabile. Quindi  capita che arriva una notizia che c'è una frase che gira su internet che racconta un fatto, un reato, e l'autore riferisce che lui c'era - "Io me lo ricordo Zaia pr all'Odissea di Spresiano, dopo un concerto dei Pitura Freska è entrato in camerino domandandoci se volevamo delle "tr"...per il post concerto". Questo post è ricomparso dopo tempo, due persone lo hanno postato, mi sono state segnalate, e Balasso lo ha postato il 7 maggio 2020 alle 00.39, vi faccio presente che il giorno dopo uscivamo dal lockdown. Balasso ha scritto, a corredo del post "se lo dice "Furio", ossia il signore che lo aveva postato. Il signor Furio, il 7 maggio alle 15.42 scrive: "I post su Luca il governatore è falso e lesivo, diffido dal condividerlo, è una fake news". E invece Balasso lo ha lasciato lì, con commenti e condivisioni. Allora, queste notizie sono false: io all'Odissea sarò apparso due o tre volte e i Pitura Freska non hanno mai fatto un concerto all'Odissea, è stato appurato. Io non ho mai visto o conosciuto i Pitura Freska».

Balasso

«Tu lasci - sottolinea Zaia - che l'infamia resti lì e giri, io non ce l'ho con Balasso ma voglio che sia acclarata la verità.  E' l'unico artista in vita mia che mi sono trovato a denunciare. Io capisco che gli artisti siano da rispettare ma che si venga a dire che questa roba qui è arte, no. Vi ricordo che offrire delle "tr" è un reato. Quindi Natalino Balasso non deve preoccuparsi la può risolvere in 5 secondi nelle modalità di una persona seria quale io credo sia. Prende poco tempo per dire "mi sono sbagliato". La satira è il sale della democrazia, non mi sono mai lamentato, ma al posto mio voi avreste accettato che qualcuno dica che tu offrivi le "tr..."?» 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Zaia: «Vaccini, rinnovo l'appello per la fascia 50-59. La querela a Balasso? Vi spiego perché»

PadovaOggi è in caricamento