Club aperto e pieno di clienti: licenza sospesa e denuncia per titolare e barista

Il legale rappresentante e il barista del locale C-Class di via Bernina sono stati denunciati durante un controllo per verificare il rispetto delle norme per limitare il Coronavirus

I controlli all'interno del locale

Scatta l'obbligo di chiusura alle 18 per tutti i locali e bar e con esso le verifiche da parte delle forze dell'ordine. Lunedì sera il primo a farne le spese è stato l'arcinoto C-Class di via Bernina all'Arcella.

Il controllo

Nuovi guai per il locale gestito da un 57enne nigeriano che si è già visto sospendere la licenza a più riprese per la presenza fissa di pregiudicati e spacciatori nel circolo. Nella tarda serata di lunedì i carabinieri di Padova Principale hanno raggiunto il club per verificare il rispetto dell'orario di chiusura anticipato come previsto dal decreto ministeriale dell'8 marzo per il contenimento del rischio di contagio da Covid-19. Anziché trovare le serrande abbassate e il bar deserto, i militari si sono visti davanti agli occhi una scena da consueta apertura. All'interno vi erano circa trenta clienti a cui venivano tranquillamente serviti alcolici e bevande.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Denunce e sanzioni

Immediato l'ordine di sospendere le attività e chiudere il club allontanando gli avventori mentre venivano attuate le sanzioni previste per legge. M.I.C., nigeriano 57enne residente in città e legale rappresentante del C-Class, è stato denunciato per inosservanza dei provvedimenti. La stessa sorte è inoltre toccata al barista, il connazionale di 40 anni C.M., anch'egli residente a Padova. I militari hanno inoltre provveduto a segnalare le irregolarità alla prefettura avanzando la richiesta per la sospensione della licenza. A metà febbraio il locale aveva ricevuto una multa di 7mila euro per inosservanza delle norme igienico sanitarie.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Zaia: «Questa cosa non dura due settimane, abbiamo un progetto che arriva a maggio 2021»

  • Coronavirus, il prof. Ursini difende Andrea Crisanti: «Parole sgradevoli dal professor Palù»

  • Coronavirus, Zaia: «Ho l'impressione che questo Dpcm sia solo un "riscaldamento a bordo campo"»

  • Incidente a Legnaro, investito un pedone sulle strisce: portato in ospedale con codice rosso

  • Coronavirus, Zaia: «La situazione di oggi è sopportabile, quella di domani non lo so»

  • Coronavirus, Zaia: «Entro lunedì una nuova ordinanza con restrizioni leggere anti-assembramenti»

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PadovaOggi è in caricamento