La truffa al contrario colpisce ancora: finge di pagare, spilla centinaia di euro al venditore

L'inesperienza è costata cara a un padovano. Avrebbe dovuto guadagnare 800 euro con una vendita, invece ne ha persi più del doppio cadendo nella trappola dell'imbroglione

(foto: archivio)

A risolvere la questione rintracciando e denunciando il truffatore sono stati i carabinieri di Piazzola sul Brenta, a cui si è rivolto un 65enne dell'Alta.

I primi contatti

Tutto comincia a novembre: il padovano vuole vendere quattro pneumatici e decide di pubblicare un annuncio sul sito Subito.it. Presto lo contatta un vicentino, si dice disposto a pagare gli 800 euro richiesti. Finge di inviare il bonifico e chiede al padovano di controllare l'accredito seguendo un complicato sistema. Il 65enne, poco pratico di trattative online, non sa come fare ed ecco scattare la truffa: invece di controllare il saldo alle Poste, si fa guidare telefonicamente dal vicentino.

Il raggiro

La scusa è una delle più classiche: «I nostri conti devono essere collegati, per ricevere i soldi devi prima inviarmi un bonifico, poi te lo restituisco» spiega il vicentino. Il 65enne ci casa e paga 1.900 euro. Soldi che naturalmente spariscono insieme al compratore, che taglia ogni contatto. Alla vittima non resta che raccontare tutto ai carabinieri, che nei giorni scorsi hanno individuato il truffatore, il 44enne G.M.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia sul lavoro: muore l'imprenditore Tiziano Faccia, fratello dei Serenissimi del Tanko

  • Linea Verde fa tappa a Padova: il fiume Brenta e la zona del Piovese protagonisti su Rai 1

  • Cantine aperte, degustazioni, fiere, concerti e sagre: gli eventi del weekend a Padova

  • Colpo grosso al centro commerciale: rubato materiale tecnologico per 30mila euro

  • Caso Tigotà: gli audio di una capo-area che smascherano l'organizzazione dello sciopero

  • Grande fiera nel pieno centro del paese: deviazioni per auto e bus

Torna su
PadovaOggi è in caricamento