menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Viola la libertà vigilata, viene espulso: con lui anche un pusher viene accompagnato al centro rimpatri

Oltre all'arresto e alla denuncia dello spacciatore, la polizia ha anche sanzionato titolare e cliente di un bar: quest'ultimo stava consumando al bancone. Il locale resterà chiuso 5 giorni

Un arresto, una denuncia e la chiusura di un bar. È il bilancio dei controlli effettuati dalla polizia in città nella giornata di giovedì 1 aprile.

I controlli

Un 33enne originario del Kosovo è stato arrestato e colpito da un ordine di espulsione e accompagnato al centro rimpatri di Gradisca d’Isonzo (Gorizia). L’uomo doveva essere espulso anni fa, come stabilito da una sentenza del 2009, e dopo aver scontato la pena per estorsione aggravata nel 2016 l’autorità giudiziaria aveva deciso di commutare l’espulsione con la libertà vigilata. Ma il 33enne è sparito. Dalle indagini è emerso che nel 2018 e nel 2019 l’uomo era andato all’estero quindi è stato ripristinato l’ordine di espulsione. Con lui è stato accompagnato a Gradisca anche un 18enne tunisino, sorpreso a spacciare hashish in via Annibale da Bassano e denunciato. Per quanto riguarda, invece, il bar si tratta di un locale di via Guido Reni dove un cliente è stato scoperto consumare al banco: titolare e cliente sono stati sanzionati, il bar dovrà restare chiuso 5 giorni.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento