Tram deraglia all'altezza del capolinea sud della Guizza: due feriti lievi

Sabato all'ora di pranzo un convoglio è uscito dalla sua sede, disagi per i passeggeri

Incidente poco dopo mezzogiorno per il tram che è deragliato all'altezza del capolinea sud della Guizza. Il convoglio è uscito dalla sua sede, causando disagi e problemi alla circolazione. Secondo le prime informazioni vi sarebbero due feriti lievi, più altri due passeggeri contusi.  

BusItalia

“Bisognerà fare le indagini ma la dinamica ci dice chiaramente che è stato un errore umano, due persone si fatte male ma non in maniera grave. In un paio di ore il servizio sarà ripristinato", spiega Andrea Ragona, presidente di BusItalia Veneto. La situazione sta lentamende tornando alla normalità: verso le 15 i tecnici hanno rimesso in carreggiata il convoglio. Ora saranno eseguiti i rilievi. I lavoratori del tram sono in sciopero per tutta la giornata di sabato, con un'astensione a fasce orarie. Il convoglio deragliato era uno di quelli utilizzati nelle ore di garanzia del servizio. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il tram e la sicurezza

Ragona ha spiegato che "nella sfortuna di un evento simile, va evidenziato che il tram è un mezzo davvero sicuro. Ha il sistema di autobloccaggio e altre tecnologie che fanno sì che il mezzo si fermi subito in caso di pericolo. Cosa che se avviene ad un autobus, non sarebbe affatto possibile".

Lorenzoni a proposito dell'incidente

«Oggi c’è stato un incidente - ha spiegato in una nota il vice sindaco Arturo Lorenzoni - sulla linea del tram: siamo vicini ai passeggeri, ai lavoratori e a tutti i cittadini nel monitorare cosa sia successo. Siamo in contatto con l’azienda per capire le cause dell’incidente che ha coinvolto un mezzo alla Guizza. Sappiamo che i sistemi di sicurezza di cui è dotato il mezzo hanno funzionato limitando i danni. Vogliamo rassicurare tutti sulla sicurezza del mezzo, di fronte a singoli episodi: i dati infatti ci dicono che l’incidentalità, calcolata come incidenti per persona chilometro, è molto bassa. Il tram è un mezzo molto sicuro. Riteniamo non sia nell’interesse della città fare un uso strumentale di episodi come questo. L'impegno per la sicurezza è per noi sempre prioritario, per questo nella nuova linea del Sir a cui stiamo lavorando ci saranno anche nuove tecnologie che rendono ancora più sicure le corse non solo quanto ad affidabilità tecnica e meccanica dei mezzi e delle infrastrutture connesse, ma anche in caso di errore umano».

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Padova usa la nostra Partner App gratuita !

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Strade insanguinate: perde il controllo dell'auto sui Colli, muore noto barista di 31 anni

  • Coronavirus, Zaia: «Ricoveri in ospedale, tutte le province venete in Fase 5 tranne Padova»

  • Tragedia nel pomeriggio: auto esce di strada, morto un 19enne e grave un coetaneo

  • Malore improvviso: è mancato nella notte il Primo Dirigente Medico della Polizia di Stato, Massimo Puglisi

  • Si schianta con un ultraleggero nella Bassa: morto il pilota 52enne

  • Femminicidio di Cadoneghe: la denuncia e i retroscena di un delitto "annunciato"

Torna su
PadovaOggi è in caricamento