Isabella Noventa, il fratello indaga: "Freddy e Debora hanno nascosto il corpo in 23 minuti"

Paolo Noventa ha ripercorso gli spostamenti compiuti quella notte dei fratelli Sorgato. Mentre Manuela Cacco girava senza meta fra Camin e Noventa, loro due si sarebbero disfatti del cadavere

Le auto di Freddy e Debora Sorgato immortalate dalle telecamere di sorveglianza

Non si dà pace, Paolo Noventa, fratello di Isabella, la 55enne di Albignasego scomparsa lo scorso 15 gennaio. Vuole sapere come sia stata uccisa sua sorella e, soprattutto, dove sia stato nascosto il corpo, per poterle almeno dare degna sepoltura. E, invece, il cadavere della donna sembra essere scomparso nel nulla. Le ricerche, nel Brenta ma anche su terra, finora non hanno dato esito. Così, Paolo, come riportano i quotidiani locali, ha voluto ripercorrere personalmente gli spostamenti che, quella maledetta notte, compirono i fratelli Freddy e Debora Sorgato e la tabaccaia veneziana Manuela Cacco, ovvero le tre persone indagate per l'uccisione di Isabella e accusate di omicidio premeditato in concorso.

TUTTI GLI ARTICOLI SU ISABELLA NOVENTA

LE "INDAGINI" DEL FRATELLO DI ISABELLA. Un'idea, Paolo Noventa se l'è fatta. Ordinanza di custodia cautelare alla mano - il testo riporta con precisione gli orari in cui sono state immortalate le auto dei tre indagati fra Noventa e Padova - il fratello di Isabella ha ripetuto passo passo i loro movimenti. La sua conclusione è che i fratelli Sorgato si sarebbero sbarazzati del cadavere della 55enne, probabilmente gettandolo nel fiume, mentre la Cacco girava senza una meta precisa nella zona, forse in attesa di un segnale da parte dei due, forse per una strategia di depistaggio.

TUTTO IN 23 MINUTI. Secondo Paolo Noventa, la verità su dove si trova il corpo di Isabella starebbe tutta nei ventitré minuti trascorsi dalle 00.22 di quella notte, quando l'auto di Debora - con a bordo probabilmente due persone, forse lei e Freddy - si muove da casa del fratello verso Noventa, alle 00.45, quando la stessa auto percorre il tragitto opposto. In questo arco di tempo, la macchina della Cacco si aggira fra Noventa e Camin.

L'IPOTESI DI PAOLO NOVENTA. Secondo l'investigazione condotta da Paolo, quindi, i due fratelli avrebbero avuto 23 minuti per partire da casa di Freddy, raggiungere il luogo dove avrebbero occultato il cadavere di Isabella, sbarazzarsene e tornare a casa del ballerino. La Cacco non sarebbe stata con loro in quel momento. Del corpo, si sarebbero disfatti insieme i due fratelli, probabilmente gettandolo, nell'arco di una manciata di minuti, nel Brenta. Sempre secondo il fratello della vittima, Debora sarebbe stata presente anche al momento dell'uccisione della donna in casa di Freddy.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Festa del Salone, incontri, fiere, mercatini e sagre: gli eventi del weekend a Padova

  • Trova un rotolo di banconote per terra e lo consegna alla polizia locale: succede nell'Alta

  • Violento schianto contro un platano: conducente estratto dalle lamiere e trasportato in ospedale

  • Giallo ai piedi della Specola, due cadaveri in casa: sono due fratelli

  • Giro d'Italia: la tappa del 22 maggio 2020 avrà l'arrivo a Monselice

  • Caso Tigotà: gli audio di una capo-area che smascherano l'organizzazione dello sciopero

Torna su
PadovaOggi è in caricamento