rotate-mobile
Cronaca

"Mille occhi sulle città", firmato il protocollo anche a Padova

L'accordo dà attuazione al documento sottoscritto da ministro dell'Interno, Anci e associazioni degli istituti di vigilanza. Questi ultimi condivideranno con le forze dell'ordine informazioni utili per tutelare la sicurezza

Più scambio di informazioni in favore della maggiore sicurezza dei cittadini. A questo punta il protocollo denominato "Mille occhi sulle città" sottoscritto ieri a Padova dal prefetto Ennio Mario Sodano, dai rappresentanti dei comuni di Padova, Abano Terme, Monselice, Piove di Sacco, Selvazzano Dentro, della Federazione del Camposampierese e dai responsabili degli istituti di vigilanza privati.

L'ALTRA CONVENZIONE: PULSANTE ANTIRAPINA E LE IMMAGINI ARRIVANO IN DIRETTA ALLE FORZE DELL'ORDINE

CONDIVISIONE PER LA SICUREZZA. Una collaborazione tra forze dell'ordine e istituti di vigilanza che prevede una sorta di "rete" tra le centrali operative degli istituti di vigilanza, di carabinieri, polizia e delle polizie locali, allo scopo di segnalare situazioni di interesse per l'ordine e la sicurezza pubblica, comprese quelle relative a fattori ambientali e di degrado che incidono sulla sicurezza urbana. L'accordo dà attuazione, a livello locale, al protocollo sottoscritto dal ministro dell'Interno, dall'Anci e dalle associazioni rappresentative degli istituti di vigilanza.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Mille occhi sulle città", firmato il protocollo anche a Padova

PadovaOggi è in caricamento