“L'Istat parla di disoccupazione al 12,5% ma trovare nuovi venditori è sempre più difficile”

In tempi di crisi la vendita porta a porta fa registrare un fatturato medio del +8,8%. Eppure trovare nuovi venditori è sempre più difficile. Secondo l'ad del gruppo Juice Always on Raffaele Di Nardo “la crisi non è un problema, anzi agevola il nostro settore. L'unico ostacolo al raggiungimento dei nostri obiettivi è la difficoltà nel trovare nuovi collaboratori”. Il gruppo Juice conta di acquisire 500 nuovi venditori entro la fine del 2014 e di aprire 25 nuovi sedi in tutta Italia. Pronte apertura di uffici a Lecce, Mantova, Milano, Padova, Pavia, Perugia, Pesaro, Roma, Torino, Udine, Mestre. Selezioni iniziate “in salita”

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PadovaOggi

A poche ore di distanza dalla diffusione degli ultimi dati Istat sulla disoccupazione (ad ottobre ancora ai massimi con un 12,5% e un record per la disoccupazione giovanile che balza al 41,2%) appare quanto meno singolare trovare imprenditori che faticano a trovare nuovi collaboratori. E questo a maggior ragione se non si richiede nessuna esperienza specifica, nessun vincolo di età, nessuna formazione acquisita né competenza. Eppure è la quotidiana realtà se ci si occupa di vendita "porta a porta". Anche se si è uno dei gruppi più importanti a livello nazionale come Juice Always on (27,7 mln di euro di fatturato, 1300 venditori in tutta Italia, +8,8% di fatturato complessivo del settore). "Facciamo fatica per tanti motivi - ha spiegato l'amministratore delegato Raffaele Di Nardo - perché c'è diffidenza nei confronti di questo settore, perché molte persone continuano ad inseguire il miraggio dello stipendio fisso e del lavoro a tempo indeterminato, perché ci si continua ad ostinare a cercare professioni che oggi sono ormai fuori mercato, perché ci sono tutta una serie di luoghi comuni sul fatto che questa sarebbe una professione umile o che andare a bussare di porta in porta è una cosa da "vù cumprà"".

Le stime per il 2014 di Juice Always on puntano, in previsione di una svolta green dei servizi commercializzati, a rafforzare la propria rete di vendita passando da 1300 a 1800 venditori e da 65 a 90 uffici in tutta Italia. In quest'ottica sono ormai pronte ad essere inaugurati nuove sedi a Lecce, Mantova, Milano, Padova, Pavia, Perugia, Pesaro, Roma, Torino, Udine, Mestre. Eppure trovare 500 nuovi venditori da impegnare per potenziare la rete esistente sembra un'impresa. "E' comprensibile e rispettabile che si cerchi in ogni modo di inseguire i propri sogni - ha continuato Di Nardo - ma sempre più spesso ci arrivano curricula con dei veri e propri "buchi" temporali di sei mesi, anche un anno di disoccupazione. Per questo ci stupiamo quando fatichiamo così tanto a trovare del personale nuovo. Magari per molti non sarà il massimo dell'aspirazione il porta a porta, ma penso sia sempre meglio che stare a casa ad attendere una chiamata o una mail".

Il gruppo Juice Always on si occupa di reclutare personale per, forse, la forma più antica e genuina della vendita: il porta a porta. Fornendo comunque ai propri collaboratori una formazione a 360 gradi, dalle tecniche di approccio al cliente alle strategie di vendita, per finire con tutte i compiti burocratico-amministrativi. Competenze, almeno quelle relative alla vendita, di certo spendibili anche in altri campi. "Riceviamo curricula di studenti, giovani senza esperienza, 50enni usciti dal ciclo produttivo, esodati a cui manca una manciata di mesi di lavoro per andare in pensione. Bene tutti quanti, per noi non fa differenza: le competenze si acquisiscono e l'esperienza si crea sul campo - ha continuato Raffaele Di Nardo - La crisi non è una problema per noi, anzi, proprio a causa della crisi si è riscoperta questa antica forma di commercio che è il porta a porta. L'unico ostacolo al raggiungimento dei nostri obiettivi è la difficoltà nel trovare nuovi collaboratori".

Torna su
PadovaOggi è in caricamento