I sindaci Piva e Milan: "L'inchiesta? E' il momento di chiudere definitivamente hub di Bagnoli e di Cona "

Durissimo il primo cittadino di Bagnoli: "Il prefetto Impresa ci aveva promesso la chiusura entro il 2016, che non è avvenuta". Piva: "Il nostro un territorio danneggiato"

Abbiamo chiesto un commento al sindaco di Bagnoli, Roberto Milan, e al sindaco di Agna, Luca Piva, riguardo l'inchiesta ai danni del vice prefetto Pasquale Aversa, indagato per aver favorito la cooperativa Edeco. Controlli pilotati e verifiche avviate nei centri di accoglienza, disposte solo dopo aver avvisato i titolari della coop in modo che mettessero tutto a posto prima dell’arrivo degli ispettori. 

Il sindaco di Bagnoli di Sopra

Roberto Milani, sindaco di Bagnoli, si è dal primo momento detto contrario all'apertura dell'hub: "Da quello che ho letto sulla stampa le indagini sono partite da quando gli ispettori delle Asl sono stati bloccati, era il 2015. Un fatto al quale avevo personalmente assistito e avevo anche informato gli organi competenti. Poi nel 2016 finalmente le ispezioni, ma come ho letto dai giornali, erano aggiustate, finte, inutili al fine di stabilire la reale condizione delle persone che dentro ci dovevano stare". E' molto amareggiato il sindaco Milan: "ll prefetto Impresa ci aveva promesso la chiusura entro la primavera 2016 e la presenza di120 migranti al massimo. Se già ci siamo spesso sentiti prendere in giro come comunità e come amministrazione, adesso questo ulteriore fatto che sembrerebbe emergere dalle indagini e che riguarda il vice predfetto P. Aversa non aiuta di certo i cittadini ad avere fiducia". Torniamo all'inchiesta, tutto parte delle ispezioni:  "Gli ispettori bloccati ai cancelli io li ricordo bene, sono contento che qualche magistrato stia indagando. Va ricordato, tenuto sempre a mente, nel territorio abbiamo subito tanti soprusi. Qui spesso si è agito da prepotenti, senza pensare al territorio e al bene di chi ci vive".

Carte d'identità

Cosa rimane, che tipo di sensazione? "Una esperienza di gestione dei migranti negativa, per le persone prima di tutto. La figura dei rappresentanti delle istituzioni sminuita... questa è la realtà dei fatti avvenuti qui. Noi lo dicevamo, non fate queste hub: ora è il momento di chiudere subito, la cosa migliore da fare. Ma subito, senza tentennamenti". Voi non avete concesso a nessuno al carta d'identià, dei migranti pracheggiati negli hub: "Come sindaco sono un dei pochissimi che non ha dato le carte d'identità ai migranti, è vero. Questa implicitamernte porta a garantire le spese socio sanitarie di queste persone. Non possiamo farci carico di questo, deve essere il ministero a farsene carico". Di qui un lteriore appello al ministro Slvini affinché questa norma sia cambiata: "Anche quando diventano irregolari le spese sanitarie sono a carico dell'ultimo comune che li ha dato una residenza. Dopo i soprusi e l'ingerenza statale e la mala gestione ci dobbiamo prendere carico di spese come questa? Dovevano ascoltare prima l'allarme del sindaco, non saremmo arrivati a questo".

Il sindaco di Agna, Piva

Per il sindaco Gianluca Piva, invece, l'inchiesta è un po' una sorpresa: "Che un ente che è un punto di riferimento dello Stato, sia come ho appreso dalla stampa, sotto indagine, dispiace. Perchè la prefettura è lo Stato. Non metto in dubbio la tenuta della struttura, sappiamo però che la gestione dei migranti è stata pessima. E' giusto che se c'è un reato si paghi, massima fiducia nella magistratura. Però colgo la palla al balzo per rinnovare l'appello a chiudere queste due ex caserme che stanno creando solo problemi al territorio. Vorremo ritornare a come stavamo prima, anche questa vicenda non fa altro che mettere Bagnoli, Agna e tutto il territorio, sempre in cattiva luce". La chiusura delle strutture il prima possibile, questo chiederete: "Io l'ho anche invitato il documento della copia della delibera che abbiamo votato in comune sulla questione. E invitiamo Salvini a venirci ad Agna, che è proprio in mezzo ai due hub. Il nostro è un terrigtorio pieno di primizie e invece ogni volta che si parla di Cona, Agna e Bagnoli lo si fa solo in relazione alla mala gestione delle hub. Anche questo deve finire. Un danno d'immagine incalcolabile".


 

Potrebbe interessarti

  • Via libera all'assunzione di 500 giovani medici: la rivoluzionaria scelta della Regione Veneto

  • Ferragosto da bollino rosso sulle autostrade venete: giorni di traffico intenso

  • Dal melanoma alla gravidanza: la testimonianza di Teresa, fanatica della tintarella

  • Al top in Italia e nel mondo: Università di Padova al 160esimo posto su 20mila atenei valutati

I più letti della settimana

  • Ferragosto, fuochi in Prato, musei aperti, feste e sagre: gli eventi del weekend a Padova

  • Ferragosto di sangue: lo schianto in autostrada è violentissimo, muore a 22 anni

  • Si schianta contro un platano a 300 metri da casa: muore un centauro di 28 anni

  • Tentato stupro vicino alla sagra: strattonata e trascinata da due uomini verso un vicolo

  • Decide di farla finita lanciandosi dal terzo piano di un hotel del centro: tragico suicidio a Padova

  • Via libera all'assunzione di 500 giovani medici: la rivoluzionaria scelta della Regione Veneto

Torna su
PadovaOggi è in caricamento