La Broetto Virtus vince con margine contro Su Stentu Sestu e aggancia il settimo posto in classifica

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PadovaOggi

Broetto Virtus Padova - Su Stentu Sestu 89-60

La Broetto è concentrata e la partita con Sestu dura in pratica solo per i primi dieci minuti e la contemporanea sconfitta di Crema, giunta anch'essa nella giornata di domenica, porta la Virtus al settimo posto in classifica.

Broetto Virtus Padova: Stojkov (0/0, 0/2, 0/0), Ferrara 11 (2/3, 2/2, 1/2), Canelo 13 (3/7, 1/3, 4/4), Crosato 13 (1/3, 2/5, 5/10), Nobile 6 (2/8, 0/0, 2/2), Salvato 7 (2/3, 1/1, 0/0), Schiavon 11 (1/1, 3/4, 0/0), Lazzaro 20 (6/6, 1/3, 5/5), Cusinato 2 (1/3, 0/0, 0/0), Clark 6 (2/2, 0/2, 1/2).
All. Friso. Ass. Primon e Pomes.
Tiri da 2: 20/36 (56%) - Tiri da 3: 10/22 (45%) - Tiri liberi: 19/25 (76%) - Rimbalzi: 41 (12+29, Nobile 12) - Assist: 20 (Canelo 5).

Su Stentu Sestu: Graviano 7 (2/5, 1/4, 0/0), Elia 6 (1/2, 0/6, 4/6), Pilo 21 (9/13, 1/4, 0/0), Laguzzi 10 (2/6, 1/3, 3/5), Varrone 2 (1/2, 0/0, 0/0), Trionfo 5 (0/4, 1/1, 2/2), Passaretti 4 (1/3, 0/0, 2/2), Cabriolu 3 (1/2, 0/0, 1/6), Melis 2 (1/4, 0/0, 0/1), Floridia 0 (0/3, 0/0, 0/0).
All. Sassaro. Ass. Massa e Palmas.
Tiri da 2: 18/44 (41%) - Tiri da 3: 4/18 (22%) - Tiri liberi: 12/22 (55%) - Rimbalzi: 26 11+15 (Laguzzi 6) - Assist: 9 (Trionfo 5). Parziali: 25-17, 22-8 (47-25), 25-21 (72-46), 17-14 (89-60).

Dopo i primi dieci minuti del primo quarto la difesa della Broetto morde poco e Sestu, che parte bene, resta sopra per più di un paio di minuti.
Anche quando i neroverdi passano avanti con Schiavon, i sardi rimangono in scia grazie ai 13 punti segnati da un Pilo infallibile, che consentono agli isolani di chiudere il periodo indietro di 8 punti (25-17) e con la sensazione di poter competere.

La Broetto all'inizio del secondo quarto ha però tutta un'altra intensità. I primi punti per Sestu li segna Elia, ma per riuscirci ci vogliono due personali e soprattutto 5 minuti, duranti i quali i padroni di casa, trascinati dalla coppia Salvato-Lazzaro, registrano un parziale di 13 a 0, chiuso con una schiacciata di Nobile che dopo 4'46 porta il risultato sul 38 a 17 e chiude di fatto la partita.

Il tempo rimanente è buono per dare spazio a chi di solito ne ha poco, in particolare Clark e Cusinato che non sfigurano, e per alcuni scambi spettacolari che strappano applausi a ripetizione da parte del pubblico, che nonostante l'orario di gioco gremisce le tribune del palazzetto di Rubano.

A Marco Lazzaro, che gioca 20 minuti realizzando un punto al minuto, catturando 2+7 rimbalzi e rifilando 2 stoppate, viene assegnato il titolo di MVP dell'incontro.
Oltre a lui si distinguono Ferrara, che per diversi minuti viene impiegato come play a sostituire degnamente Stojkov e Salvato che in settimana non hanno potuto allenarsi al meglio, Crosato e Nobile che troneggiano a rimbalzo, Schiavon e Canelo che si confermano attaccanti di razza.

Con questa vittoria la Broetto scala la classifica, si porta a quota 18 e grazie alla sconfitta per un punto (66-67) inflitta da Cento a un Crema ridotto ai minimi termini per gli infortuni di Pasqualin, De Min, Tardito e Del Sorbo, aggancia il settimo posto.
Davanti Faenza e Lecco sono vicine a quota 20.

Sabato 21 gennaio i neroverdi viaggeranno verso Iseo e avranno al seguito il pullman di supporter organizzato dal club di Energia Nero Verde (per informazioni Roberto 335.7170598).

Torna su
PadovaOggi è in caricamento