Cronaca

Il Centro sociale del complesso Ai Colli non riaprirà, non rispetta le norme anti-Covid

Lo comunica in una nota la direzione dei Servizi socio-sanitari dell'Ulss 6 Euganea: al momento non rispetta le norme di sicurezza anti-Covid, serve una ristrutturazione approfondita degli spazi per poter riaprire in sicurezza

Il Centro sociale animazione e formazione del complesso Ai Colli non sarà riaperto per ora. Lo comunica l’Ulss 6 Euganea.

La nota

L’azienda sanitaria ha divulgato una nota nel pomeriggio di mercoledì 26 maggio: «La direzione dei Servizi socio-sanitari dell'Ulss 6 Euganea, nella persona del direttore Maria Chiara Corti, precisa che il Centro sociale animazione e formazione del complesso socio-sanitario Ai Colli di Brusegnana - punto di aggregazione sociale cui facevano riferimento, fino all'epoca pre-Covid, 25 ospiti con problemi di salute mentale - non verrà riaperto dopo il lockdown perché non risponde a criteri di sicurezza. Deve essere sottoposto a improrogabili interventi di ristrutturazione e messa in sicurezza. Per gli ospiti, nell'ottica di una presa in carico continuativa, verrà definita dal Centro di salute mentale dei Colli una rimodulazione del progetto riabilitativo personalizzato: in tal senso, e in base al progetto definito, nelle prossime settimane potranno essere agganciati da altri centri autorizzati dove poter continuare le attività. L'Ulss 6 ha già avvisato le famiglie degli ospiti e tiene costantemente aggiornato il Comune di Padova sull'andamento delle attività».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Centro sociale del complesso Ai Colli non riaprirà, non rispetta le norme anti-Covid

PadovaOggi è in caricamento